La Borsa di Umbria Journal TV del 31 gennaio 2017

Chiusura in rialzo per l'euro a 1,08 dollari dopo i commenti del consigliere economico di Trump

 
Chiama o scrivi in redazione


La Borsa di Umbria Journal TV del 31 gennaio 2017 MILANO – Ancora una chiusura in rosso per le Borse europee sulla scia di Wall Street che mal digerisce le misure anti immigrazione del presidente Donald Trump. Dopo un avvio positivo le piazze europee ripiegano insieme a quelle statunitensi. A Londra l’Ftse 100 cede lo 0,27% a 7.099,15 punti, a Parigi il Cac 40 lo 0,75% a 4.748,90 punti, a Francoforte il Dax l’1,25% a 11.535,31 punti. In calo anche Milano -0,9% a 18.590.

La Borsa di Tokyo ha chiuso le contrattazioni in forte ribasso, appesantita da un netta ripresa dello yen,  sullo sfondo delle inquietudini per la politica del presidente americano, Donald Trump. Il Nikkei  ha lasciato sul terreno l’1,69% (-327,51 punti) chiudendo a 19.041,34 punti.

Wall Street, ancora aperta, prosegue in negativo. Il Dow Jones perde lo 0,56% a 19.861,98 punti, il Nasdaq è quasi sulla parità a 5.614,49 punti mentre lo S&P 500 lascia sul terreno lo 0,09% a 2.278,88 punti.

Chiusura in rialzo per l’euro a 1,08 dollari dopo i commenti del consigliere economico di Trump. La moneta unica cede nei confronti dello yen a 121,75 mentre il dollaro arretra nei confronti della valuta nipponica a 112,49.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*