Juncker: “Preoccupato per la regressione italiana”, ha incontrato Conte


Juncker: “Preoccupato per la regressione italiana”, ha incontrato Conte

L’Italia faccia di più per la crescita. E’ chiaro e netto il messaggio che il presidente della Commissione europea, Jean-ClaudeJuncker, ha lanciato al termine dell’incontro a Roma con il presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Sullo sfondo i dati che parlano di una crescita zero per l’Italia.

Il presidente del Consiglio italiano ha replicato che il governo sta preparando il decreto crescita, un insieme di misure, per spingere l’economia italiana, di cui al momento circolano solo delle bozze.

“Se riassumo in una parola tutte le politiche che riguardano il governo italiano, il montante degli aiuti europei all’Italia è di 130 miliardi di euro dal 2014 a oggi” dice Juncker nella conferenza stampa al termine dell’incontro.

“Quindi tra l’Italia e la Commissione europea c’è un grande amore. Dovete dirlo a tutti i ministri italiani”, conclude il presidente della Commissione europea.

Il riferimento è chiaro: Juncker si riferisce al ministro Salvini che lunedì ha detto che l’Unione europea non ha fatto nulla per il Belpaese.

Reuters
Il ministro Matteo SalviniReuters

Non si fa attendere la replica di Salvini: “Se avessimo dato ascolto all’Europa saremmo in mutande, i burocrati europei negli ultimi anni hanno danneggiato l’economia italiana. Basta toccare con mano, l’agricoltura e la pesca italiane, il mondo del lavoro, del commercio e del turismo, finalmente questo governo ha rialzato la testa e rimette soldi nelle tasche degli italiani. Fortunatamente il 26 maggio l’Europa cambia e non avremo più le lezioncine degli Juncker di turno da ascoltare”.

Tutti gli eventi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*