Insula Romana a Bastia Umbra, 41esimo premio, il video

 
Chiama o scrivi in redazione




Insula Romana a Bastia Umbra, 41esimo premio, il video L’archivista e ricercatore Francesco Guarino, romano di nascita ma bastiolo di adozione, ha ricevuto il “Premio alla cultura 2018” bell’ambito della 41esima edizione del “Premio Letterario Nazionale Insula Romana”. L’evento a cura della Pro Loco di Bastia Umbra,  in collaborazione e con il patrocinio del Comune di Bastia Umbra, si è tenuto domenica 25 novembre alla sala convegni di Umbriafiere.

Il Premio è organizzato in più sezioni: Premio Roberto Quacquarini, di arte e pittura, in collaborazione con Associazione Culturale Amici dell’Arte e Ciao Umbria; Percorso di narrativa edita: presentazione del nuovo percorso che sarà imperniato su due testi di narrativa per ragazzi della nota scrittrice umbra Loredana Frescura e Premio poesia inedita nazionale.

Per quest’ultimo sono stati premiati i vincitori del concorso – imperniato in questa edizione su una riflessione di Ignazio Silone  – decretati dalla Giuria Popolare: Fabio Muccin di Casarsa (PN) con la poesia “Vecchi calami”;  Giancarlo Campioli di Reggio Emilia con la poesia “Elogio del dubbio”; Remo Rapino di Lanciano (CH) con la poesia “Sarà tra le trasparenze del maggio”.

Il Premio alla Cultura, come detto è stato assegnato Francesco Guarino, già Direttore dell’Archivio di Stato di Assisi, ”per gli innumerevoli ed eminenti studi storici e pubblicazioni realizzate con successo, volti a valorizzare la memoria storica di Bastia Umbra  e dell’Umbria in genere”.

Per il Premio “Giuseppe Pascucci” sono stati premiati i ragazzi di Bastia Umbra diplomati con il massimo dei voti nelle scuole del nostro comprensorio. La serata è stata arricchita da una performance musicale a cura della Scuola Comunale di Musica – Associazione Faremusica. La manifestazione è stata condotta dalla giornalista Cristiana Costantini.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*