Il suo padrone suona e canta per le vie di Perugia, guardate nel video cosa fa il cane



Il padrone si chiama Steven Paris e il cane – di razza “cane”, come ha detto il chitarrista cantante polistrumentista – Jimmy. L’artista di strada, siamo in via del Corso (Pietro Vannucci) a Perugia. Una chitarra classica, un’armonica, un amplificatore Roland e una gran cassa da colpire con il mappo organizzato alla bene e meglio.

Per Steven Paris basta questo per farsi sentire, sì perché lui è di per sé bravissimo, intonato e ritmico, a cavallo tra la west coast americana e il jazz. Steven ha un buon “swing” nelle mani: bravo! Ma in questa vita di strada, l’artista non è solo, e non è solo neanche quando canta.

Sì perché Jimmy, il suo cagnolino – accoccolato davanti a lui – come il suo padrone comincia a cantare, lo fa anche lui. Lo fa, certo alla sua maniera, ma tenerissimo ulula quel tanto che basta per richiamare l’attenzione dei passanti. Passanti che mettono subito mano al portafogli e “sganciano” l’obolo. Bravi, questo sì che è mecenatismo vero. Corso Vannucci, non è una novità, è sempre scenario di concerti improvvisati, e oggi, con quest’utlimo sole d’autunno, si sono esibiti Steven Paris (ma mi sa tanto che è più italiano di noi) e il suo fido Jimmy.




Steven Paris suona con gli Stinky Feat ma è prevalentemente one man band  spazia dal blues, al folk e world music in genere. Di sé stesso dice: “Ho iniziato ad esibirmi in Sud America a venti anni girando per vari paesi. Collaboro con molti locali e organizzo serate di jam session e open mic. Ma soprattutto mi dedico alla musica di strada, e’ il mio lavoro e ci metto il 100×100.”

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*