Il Rione San Rocco ha chiuso le sfilate, ieri sera “Oggi qua, domani là”, il video



Il Rione San Rocco ha chiuso le sfilate, ieri sera “Oggi qua, domani là”, il video Il rione San Rocco ha chiuso le sfilate della 56a edizione del Palio de San Michele. La sfilata “Oggi qua, domani là”, è andata in scena ieri sera. Simone Ridolfi, anche lui giunto al suo quarto anno da Capitano del Rione San Rocco, attraverso le pagine de “Il Rionale” ha invitato i suoi rionali a recitare un “mantra”: rimanere concentrati. “L’ho ripetuto a tutti come fosse un promemoria da tenere sempre con noi. Ai miei consiglieri e delegati, al gruppo sfilata, ai carristi, alle sarte e all’oggettistica. Ai responsabili dei giochi e lizza, a tutti gli atleti. Ai responsabili della cucina e a tutti i rionali che in qualsiasi modo hanno partecipato a quest’edizione del Palio: rimaniamo concentrati, perché tutti noi insieme siamo il cuore pulsante del rione San Rocco. Tutti siamo importanti, in egual misura…”

Siamo giunti al primo traguardo: la sfilata! Qual è il livello di concentrazione?

“È vero, finalmente siamo arrivati al grande giorno e siamo tutti iper concentrati e determinati. È stato un mese intenso, di sacrificio e dedizione. Ma è stato anche un periodo spensierato, affrontato con la giusta determinazione. Un’organizzazione meticolosa e non è un caso che tutto sia filato liscio. A testimonianza di questo, siamo arrivati al giorno della sfilata in nettissimo anticipo. L’ultimo step però purtroppo non dipende da noi: il tempo! Speriamo che il clima ci assista perché meritiamo di scendere in piazza senza alcun condizionamento climatico per essere ad armi pari con gli altri. Riguardo alla sfilata c’è tanta fiducia e curiosità. Gli attori, i ballerini e i bambini (perché anche loro saranno tra i protagonisti) hanno affrontato un ciclo di 3/4 ore al giorno per oltre un mese per provare le scene.

Ma la cosa che mi rende più soddisfatto è che non c’è mai stato alcun inghippo o alcuna polemica.

Ed è forse questa la cosa più esaltante, quella che mi rende più fiero di rappresentare i miei rionali. Da quando sono capitano del rione avevo un unico scopo: fare una squadra determinata, fiera e valorosa per competere alla vittoria in tutti gli ambiti, ma senza pressioni, musi lunghi e quant’altro. Ecco, l’aria che si respira all’interno del rione ad oggi è questa: pura e contagiosa, perché  contamina positivamente chi la inspira dentro sé. Infine, come ogni anno, il rione San Rocco porterà in piazza una storia originale, inventata di sana pianta dal nostro gruppo sfilata. Per tradizione e capacità, anche stavolta non ci siamo ispirati ad alcun libro o quant’altro. Soltanto sentimento e pensiero, lo stesso che ci accumuna tutti al ricordo del nostro compianto Antonello Coletti. La sua arte era un patrimonio e cercheremo di onorare la sua memoria con questo spettacolo unico…

Ora? Rimaniamo concentrati!

FORZA SAN ROCCO!!!”                                                                                      

TRAMA – “Oggi qua, domani là”

“Prendi la posizione più comoda: seduto, sdraiato, raggomitolato, coricato.

Coricato sulla schiena, su un fianco, sulla pancia. In poltrona, sul divano, sulla sedia a dondolo, sulla sedia a sdraio, sul pouf. Sull’amaca, se hai un’amaca. Sul letto, naturalmente, o dentro il letto… Cerca di prevedere ora tutto ciò che può evitarti d’interrompere la lettura”.  Italo Calvino

Niente come la lettura di un romanzo, nell’apparente quiete e nel silenzio, ha la straordinaria capacità di coinvolgerci e dischiudere in modo imprevedibile la vista di nuovi orizzonti.

Scopriamo storie.

Possiamo diventarne protagonisti.

Possiamo compiere un meraviglioso viaggio al di là della realtà.

Merito di una buona dose di fantasia.

Perché una lettura ben fatta salva da tutto, compreso da se stessi.”

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*