Il Nuovo Corriere Nazionale del 30 maggio 2018, sfoglia le pagine

 Il Nuovo Corriere Nazionale del 30 maggio 2018, sfoglia le pagine 30/05/2018 Il Nuovo Corriere Nazionale titola con il Caos, verso il voto a luglio. Ultimo tentativo per Governo M5S-Lega, poi la soluzione urne subito.  Questo è il titolo di apertura. Sul filo del rasoio. Giornata drammatica ieri sul fronte del nuovo Governo. Il premier incaricato, Cottarelli, non è riuscito a chiudere sulla lista dei ministri e ha chiesto tempo fino a stamani. Ma la svolta è la decisione del Pd di non votare per il Governo Cottarelli e di sollecitare, come M5S e Lega, il voto immediato, in luglio. D’accordo anche FI. Ma in serata giunge la notizia di un’ultima chance per un Governo Giallo-verde, con Giorgetti premier e ministro dell’Economia, superando il nodo Savova. Vedremo. E il Viminale alza la vigilanza per il 2 giugno.

Nelle pagine interne: Belpaese in bilico, appello a Francesco. Nel giorno in cui ci si attendeva il varo del go- verno Cottarelli, la politica italiana ha vissuto invece un’altra giornata frenetica, al termine della quale il premier incaricato ha chiesto al presidente Mattarella più tempo per scegliere la squadra dei ministri. Questa mattina Cottarelli salirà di nuovo al Colle.

E poi uno spazio agli Esteri. “Allah è grande”: spari e quattro morti a Liegi. Col terrorista, morti 2 poliziotti e un passante. Torna l’incubo terrorismo in Belgio. Benjamin Herman, 36 anni, un passato da criminale comune con diversi arresti, ha tolto un’arma ad un poliziotto durante un controllo ed ha fatto fuoco a Liegi, uccidendo due agenti ed un passante. L’uomo ha anche preso una donna in ostaggio nel tentativo di fuggire, ma è stato freddato dai poliziotti. Secondo diversi testimoni, l’uomo avrebbe gridato “Allah è grande” mentre sparava. In tasca gli è stato trovato un lungo coltello.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*