Fondi a famiglia Bianconi, la conferenza del candidato presidente | Live



Fondi a famiglia Bianconi, la conferenza del candidato presidente | Live

«Non è vero che siamo stati l’unico albergo finanziato». Sono le parole del candidato Presidente alla regione per il centrosinistra, Vincenzo Bianconi, dopo aver letto l’articolo di oggi sul Corriere dell’Umbria con tanto di ‘titolone‘ in prima pagina.

Bisognava aspettarselo, prima o poi, questo attacco. Il solo fatto che il figlio di Bianconi (Vincenzo ndr) si sia candidato alle regionali, i componenti della sua famiglia (e dobbiamo dire che sono veramente una famiglia “unita”) diventano lo zimbello di tutti.

«Non si parla di fondi, che fanno pensare sempre a qualcosa di strano, ma di un contributo alla ricostruzione di chi ha avuto distrutti i sacrifici di una vita». Vincenzo Bianconi ha replicato così all’articolo del Corriere dell’Umbria. Lo ha fatto nel corso di una conferenza stampa a Perugia. «Abbiamo perso tre alberghi, due dei quali totalmente da demolire, un’infinità di metri quadrati» ha spiegato Bianconi parlando di «numeri della ricostruzione oggettivi e non frutto di fantasie».

Ricordiamo che la Valnerina nel 2016 è stata violentemente colpita dal terremoto che ha creato non pochi problemi alle attività economiche di Norcia, Cascia e Preci, frazioni comprese. Ma nonostante tutto i nursini sono rimasti lì, nessuno ha abbandonato la propria terra. C’era un buon motivo per delocalizzare l’attività, nessuno o quasi nessuno lo ha fatto: «Nel comune di Norcia – dice Vincenzo Bianconi – hanno aperto altre strutture ricettive e agriturismi prima di noi e anche io sono stato molto contento del fatto che abbiano ripreso a lavorare. A Cascia – aggiunge Vincenzo –, l’albergo di Damocle Magrelli (Candidato centrodestra ndr) è stato finanziato e aperto due anni fa e prima di noi. Sono contento – ha detto – di questo e gli ho fatto anche i complimenti, perché qualsiasi luce si riaccende in Valnerina, fa bene a tutta la Valnerina a tutta l’economia».

I Bianconi sono molto noti in Valnerina, hanno diverse strutture e attività ricettive, ricordiamo Palazzo Seneca, Granaro del Monte, Grotta Azzurra, il Paladino e il Salicone e poi c’è anche l’azienda di trasporti che era nata per agevolare le persone che non riuscivano ad arrivare a Norcia. Un autobus di Bianconi andava a prendere i turisti direttamente a Fiumicino, Napoli, Bari e altre località e poi il catering con le mense.

«Abbiamo perso – ha sottolineato ancora Bianconi – i tre quarti del nostro patrimonio aziendale costruito in 160 anni di sacrifici familiari. Fino a 15 giorni fa ero un normale imprenditore che rappresenta per Norcia e per la Valnerina una colonna del sistema economico. Non un piccolo imprenditore ed è ovvio che quando non sei un piccolo i numeri dei danni che subisci sono alti».

E grazie a questo la famiglia Bianconi dà lavoro a tanti dipendenti, in tutto sono 58 e nonostante tutti i problemi nessuno è stato licenziato. «Lavorano tutti  – spiega Vincenzo – a volte sono in soprannumero, alcuni stanno al ristorante delocalizzato del Granaro del Monte altri a Palazzo Seneca, ma lavorano e gli stipendi vengono regolarmente pagati».

Il candidato presidente ha rivendicato che la sua famiglia «non ha comprato ville alle Hawaii o yacht a Montecarlo. Abbiamo reinvestito – ha aggiunto – ogni singolo euro nella nostra
azienda». «Vivo in una normalissima casa in centro storico – ha sottolineato Bianconi – per la quale non abbiamo voluto nemmeno prendere i soldi della ricostruzione. Per non attendere e perché volevano tornare immediatamente lì dentro».

«Quando si dice che le uniche strutture che hanno preso i soldi del terremoto sono quelle di Bianconi perché candidato si dice una falsità e si offende la dignità e l’intelligenza delle persone. Questa è campagna elettorale sporca»: così Vincenzo Bianconi. L’imprenditore ha ricordato che in tutta la Valnerina ferita dal sisma sono state 35 le strutture danneggiate è «solo 19″
hanno fatto domanda di contributo. Di queste 11 hanno già terminato i lavori di restauro, ma tra esse, ha sottolineato il candidato, «non ci sono le mie proprietà».



Vincenzo Bianconi

Valerio Mancini

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
14 × 9 =