Etias un nuovo sistema di viaggio europeo controlli migliori alle frontiere

Etias un nuovo sistema di viaggio europeo controlli migliori alle frontiere Secondo le previsioni, 39 milioni di viaggiatori esenti da visto e provenienti da più di 60 paesi, 

 visiteranno l’Europa nel 2020. A gestire il flusso di questi viaggiatori un nuovo sistema chiamato ETIAS: il sistema europeo di informazione e autorizzazione di viaggio. I cittadini stranieri di paesi terzi che intendano visitare i paesi dell’Unione dovranno richiedere un’autorizzazione di viaggio prima del loro arrivo. 

La procedura richiesta sarà semplice: una verifica online da fare prima di intraprendere il viaggio nell’Unione europea. 

Ecco come dovrebbe funzionare l’ETIAS: i viaggiatori compilano un modulo online e versano una tassa di €7. Le persone sotto i 18 o sopra i 70 anni saranno esenti dal pagamento. La domanda è sottoposta a trattamento automatizzato, con valutazione di dati personali, documenti di viaggio e risposte a domande generali, come destinazione e informazioni di contatto. Quindi, la domanda viene verificata in base alle banche dati per la sicurezzaSe la persona costituisce un rischio in termini di migrazione o epidemie o una minaccia per la sicurezza, si può negare l’ingresso. L’autorizzazione ETIAS dovrebbe essere valida fino a 3 anni. La cosa più importante è garantire la sicurezza e proteggere i nostri cittadini. 

Lo screening pre-viaggio non dovrà essere una seccatura per i viaggiatori, ma piuttosto un modo per risparmiare tempo e soprattutto avere un’Europa più sicura.

Diretta Euronews

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*