Consegnate otto Sae a Castelluccio a famiglie che le attendevano da tre anni

Immagini Paolo Millefiorini


Consegnate otto Sae a Castelluccio a famiglie che le attendevano da tre anni

Consegnate a Castelluccio di Norcia otto casette Sae ad altrettante famiglie che da quasi tre anni attendevano di tornare a vivere nel borgo quasi completamente raso al suolo dal sisma. Al taglio del nastro hanno partecipato il sindaco Nicola Alemanno e il presidente della Regione Umbria, Fabio Paparelli. Le otto Sae sono state realizzate con materiali e tecniche diverse dal resto delle altre costruite nel cratere sismico, in quanto dovranno resistere alle difficoltà climatiche che in inverno si registrano a quasi 1.500 metri di quota.

Paparelli, anche Castelluccio esce da emergenza Consegnate anche Casette in area industriale di Norcia “Con la consegna delle otto Sae anche Castelluccio esce definitivamente dalla fase dell’emergenza”: lo ha detto il presidente della Regione Umbria, Fabio Paparelli, nel corso della cerimonia di consegna delle chiavi agli abitanti di Castelluccio, assegnatari delle casette.

“E’ una giornata importante, ed anche di festa, perché finalmente abbiamo restituito un alloggio alla gente di questo straordinario luogo”, ha aggiunto.

Nel pomeriggio sono state consegnate anche le ultime casette realizzate nell’area industriale di Norcia capoluogo, completando così il programma generale di costruzione di 776 alloggi (di cui 606 nel solo territorio comunale di Norcia) nelle aree umbre colpite dagli eventi sismici.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*