Confindustria Umbria, ministro Luigi di Maio a Perugia



Confindustria Umbria, ministro Luigi di Maio a Perugia – “Vengo a sapere che nella maggioranza qualcuno sta bloccando l’approvazione del nostro emendamento al decreto per la sanità in Calabria, emendamento che punta a togliere dalle mani dei partiti le nomine dei direttori generali nella sanità pubblica e che e’ nel contratto di Governo. Se così fosse sarebbe molto grave.

Sarebbe un no al merito, alla trasparenza, un no ai cittadini, un no pesante perché arriverebbe dopo lo scandalo che ha coinvolto il Pd in Umbria”. Lo ha detto il ministro dello Sviluppo economico e vice presidente del Consiglio, Luigi Di Maio, rispondendo ai giornalisti a margine di un incontro in Confindustria Umbria, a Perugia. Riferendosi alla Lega ha risposto: “Io non vedo scricchiolare il governo, vedo scricchiolare l’identità della Lega, che nei primi mesi di governo era stata più moderata.

Quando ho cominciato a vedere i mitra imbracciati, un’autonomia che sembra scritta piu’ dalla Lega Nord che dalla Lega, un intervento sulle famiglie che dice di abolire la legge sull’aborto per far fare piu’ figli – ha affermato – ho avuto il dovere di dire che questo governo non puo’ avere svolte di ultradestra. Il filo spinato di Orban e i muri stanno producendo tensione e scontro ideologico nel Paese, quando invece ci dovremmo occupare di cose serie”. Le questioni piu’ urgenti, ha ricordato Di Maio, sono “il salario minimo da votare, gli aiuti alle famiglie che fanno figli, la questione della sanita’ . Siamo in un Paese che ha tanti problemi che non sono di destra ne’ di sinistra ma vanno risolti”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*