Claviere, Salvini: controllo confine finché Francia non si scusa, video sconfinamenti



Claviere (askanews) – Sale la tensione tra Italia e Francia sulla questione migranti. Funzionari della direzione centrale dell’immigrazione e della polizia delle frontiere sono stati inviati dal Viminale a Claviere per verificare la situazione dopo i recenti episodi di sconfinamento.

Dura la posizione di Matteo Salvini: “L’Italia non è più pavida, rassegnata a essere il campo profughi d’Europa e che prende ordini da Bruxelles e da Berlino. Aspetto il ministro francese Castagner a Roma, e in attesa che la Francia si scusi e la smetta di portare i migranti abusivamente in Italia, continueremo a pattugliare i confini.

“Non c’è nessun accordo, né scritto, né non scritto. Io ho imparato in quattro mesi da ministro a fare da solo. Se gli sbarchi sono scesi da 110mila a 20mila è perché non abbiamo aspettato gli altri” ha concluso Salvini .

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*