Broomstick Challenge, le scope che stanno in piedi da sole, ecco perché

 
Chiama o scrivi in redazione




Broomstick Challenge, le scope che stanno in piedi da sole, ecco perché

Era il 10 Febbraio quando su Twitter partiva in america il Broomstick Challenge, la sfida-social che invitava gli utenti a postare foto di una scopa che stava in piedi da sola (se ci fossero riusciti). Per invitarli a farlo, gli ideatori della sfida si sono inventati una burla: “può succedere soltanto oggi, è l’unico giorno in cui la scopa rimarrà in piedi senza alcun aiuto, a causa dell’inclinazione dell’asse terrestre. Non succederà più per i prossimi 3500 anni, lo dice la NASA“. Ovviamente non era vero: le scope stanno in piedi ogni giorno, per la loro struttura, in base alle leggi della fisica e alla forza di gravità.

Il Broomstick Challenge è arrivato in Italia il 26 Febbraio: su Facebook, Instagram e Twitter, migliaia di italiani si stanno divertendo a pubblicare la foto della loro scopa che sta in piedi da sola. E in molti sono caduti nella trappola: credono davvero che sia per l’inclinazione dell’asse terrestre. In realtà è stata la stessa NASA, in modo simpatico, a smentire la burla pubblicando un video in cui l’astronauta Alvin Drew e la scienziata Sarah Noble facevano stare in piedi la scopa l’11 febbraio, dimostrando così che non c’è un giorno preciso in cui questo “miracolo della scienza” si verifica. E il fatto che in Italia abbiamo iniziato a giocarci due settimane dopo rispetto agli americani lo conferma ulteriormente. (Fonte: http://www.meteoweb.eu/)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*