Assalto nella notte al bancomat di Valfabbrica, ma i soldi restano lì

Assalto al bancomat a Valfabbrica, ma i soldi restano lì I malviventi che questa notte, prima delle quattro, han fatto saltare il bancomat della Banca dell’Umbria di via Roma a Valfabbrica, dev’essere che han calcolato male la dose di acetilene. L’idrocarburo a base di Carbonio è esploso, ma i danni li ha fatti solo alla parte esterna della cassa. Sì perché nell’intercapedine che si crea all’interno, tra un cassetto e l’altro, il più semplice degli alchini non era dosato bene e via un bel botto – che ha svegliato mezzo Paese – ma i soldi sono rimasti dentro.  L’allarme è scattato immediatamente e sul posto sono arrivati i Carabinieri di Vafabbrica e, poco dopo per competenza e per le indagini, quelli di Assisi al seguito del maggiore, Marco Vetrulli. L’ultima volta che il cassettino è rimasto lì sul luogo dell’assalto è accaduto il 7 giugno, quando è stato fatto saltare il Postamat a Ponte della Pietra in via Settevalli a Perugia.

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*