Arresti Umbria, Sanità, intervista all’assessore Bartolini



Arresti Umbria, Sanità, intervista all’assessore Bartolini

«Per garantire la continuità in questo momento credo che sia importante continuare». Lo ha detto l’assessore Antonio Bartolini, che ha ricevuto le deleghe relative alla sanità, a seguito delle recenti vicende giudiziarie, a margine della conferenza stampa di oggi.

In risposta alla domanda relativa al commissario ha risposto dicendo che sarà scelto dal Ministro Grillo e che verrà dal Ministero. Siamo una regione benchmark, abbiamo dei professionisti di eccellenza, è un nostro obbligo morale mantenere alta l’efficienza. Lavoriamo per i cittadini, che abbiano fiducia, manteniamo l’impegno ad erogare le migliori prestazioni possibili. Il nostro impegno va fatto.

L’azienda ospedaliera è un vanto per la città di Perugia e per la regione dell’Umbria, ci sono tante eccellenze, attenzione a non fare di tutta un’erba un fascio». E’ messaggio finale che ha lanciato l’assessore Bartolini alla stampa.

«Io da questa vicenda ne esco con un forte imbarazzo. Chiedo scusa ai cittadini dal punto di vista politico. Eserciterò questo mandato assumendo anche io una funzione di forte perseveranza». Bartolini come primo atto di insediamento oggi si è recato all’Azienda Ospedaliera di Perugia dove ha avuto una serie di incontri con i responsabili ed il personale di diversi reparti dell’Ospedale. L’assessore era accompagnato dal direttore sanitario, e attuale facente funzioni di direttore generale, Giuseppe Ambrosio.

© Umbria Journal


Tutti gli eventi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*