Arrestati tre spacciatori stranieri, avevano quasi due chilogrammi cocaina


Scrivi in redazione



Arrestati tre spacciatori stranieri, avevano quasi due chilogrammi cocaina

Ennesimo duro colpo inferto dai militari dell’Arma agli ambienti della criminalità connessa al mondo del narcotraffico nel capoluogo e nell’hinterland, a seguito del giro di vite imposto dal Sig. Colonnello Giovanni FABI, Comandante Provinciale dei Carabinieri di Perugia.

Infatti, nella giornata di ieri, sono finiti in manette, in un’operazione antidroga, tre soggetti di nazionalità albanese, di anni 41, 43 e 27, i primi due con precedenti di polizia e l’altro incensurato.

In particolare, la Sezione Operativa del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Perugia, al termine di un articolato servizio, ha tratto in arresto i predetti in flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Gli arresti sono scaturiti a seguito di una tanto attenta quanto efficace attività di osservazione, controllo e pedinamento, che ha consentito ai Carabinieri di acquisire validi elementi d’informazione in ordine ai loro movimenti e alle loro frequentazioni. Nella fattispecie, gli operanti, insospettiti da alcuni anomali spostamenti effettuati dai citati soggetti a bordo delle autovetture in loro uso (una Volvo e una Volkswagen), hanno posto in essere un pedinamento, al termine del quale i medesimi sono stati sottoposti a controllo e perquisizione personale e veicolare;nella circostanza,  sono stati rinvenuti materiale per il confezionamento di sostanza stupefacente e la somma contante pari a 895,00 euro. Pertanto, sono immediatamente scattate anche le perquisizioni locali, presso i rispettivi domicili e i garage in loro uso (in frazione Castel del Piano di Perugia e a Corciano). Allo esito di dette operazioni, i militari hanno rinvenuto e sequestrato:

  • 178 involucri in cellophane termosaldati contenenti, complessivamente, quasi 2 kg. di sostanza stupefacente del tipo “cocaina”;
  • un bilancino di precisione;
  • materiale per il confezionamento della citata sostanza;
  • 5 telefoni cellulari;
  • somma contante pari a 1.530,00 euro, ritenuta anch’essa provento di attività illecita.

I tre arrestati, al termine delle formalità di rito, sono stati tradotti presso la casa circondariale di Perugia Capanne, in attesa dell’udienza di convalida.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*