31 gennaio 2021 rassegna stampa giornali in pdf prime di copertina

 
Chiama o scrivi in redazione



31 gennaio 2021 rassegna stampa giornali in pdf prime di copertina



© Protetto da Copyright DMCA


Genitori infuriati presentano ricorso al Tar, covid non è colpa dei giovani

Lettera aperta ai giornali e alle istituzioniSempre sotto attacco, sembra proprio che un attimo di pace i nostri ragazzi non possano averlo. È passata una sola settimana dall’apertura delle scuole secondarie di secondo grado e già si pensa alla loro chiusura. Interventi restrittivi su interventi restrittivi, come se fosse una lotta a chi chiude di più, a chi cerca, un po’ come un azzeccagarbugli dei nostri tempi, ad azzeccarci qualcosa in questo mondo pandemico.

  • Una volta chiude il Governo, una volta la regione, una volta lo si chiede di fare ai comuni.

Quanto potrà andare avanti così? Per quanto andremo ancora con il paraocchi a cercare il colpevole o la cosa più facile da chiudere? Eppure non siamo nel medioevo manzoniano, abbiamo i dati, i Dashboard, abbiamo un apparato burocratico che si dovrebbe occupare dei cittadini, del loro benessere. Fisico e mentale. Psicologico.


I ragazzi, la scuola, i giovani.. ne parliamo tutti, da chi li ritiene dei buoni a nulla, a chi vuole difendere i loro diritti, avremo forse parlato troppo? Perché non riusciamo a spostare il nostro sguardo, il nostro interesse su altro? Forse perché ancora, la nostra cultura, basata su una forte propensione patriarcale, patriarca nonché padre e padrone, ci porta ad essere noi gli adulti quelli che vogliono decidere per le loro sorti nel bene e nel male. In più, ci troviamo pervasi in un’epoca storica, in cui nessun adulto, se così vogliamo chiamarlo, è disposto a rinunciare a qualcosa per favorire l’altro.

  • Il nostro egoismo fa si che sia più comodo chiudere solo gli adolescenti in casa.

Forse è l’ora del silenzio, forse è l’ora di volgere lo sguardo ad altro, forse è l’ora di fare davvero gli adulti trascendere dal particolare e affrontare il generale, il complesso. Quel complesso così difficile da capire in fase pandemica. Quel complesso, che ci spiega molto spesso la filosofia, che può partire solo dal particolare… e cosa è il particolare se non la nostra azione? la nostra facoltà di decidere e agire?

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*