Vigili del fuoco un anno con il terremoto, siete l’orgoglio italiano

Dai primi minuti dopo il sisma delle ore 3.36 del 24 agosto 2016  sono stati  inviati nel territorio della Valnerina oltre 120 vigili del fuoco dell’Umbria e che subito sono stati impegnati nei soccorsi

 
Chiama o scrivi in redazione


Vigili del fuoco un anno con il terremoto, siete l’orgoglio italiano

PERUGIA – Dai primi minuti dopo il sisma delle ore 3.36 del 24 agosto 2016  sono stati  inviati nel territorio della Valnerina oltre 120 vigili del fuoco dell’Umbria e che subito sono stati impegnati nei soccorsi. Verificato che  nel territorio umbro non erano presenti persone rimaste coinvolte o da soccorrere, tre squadre sono poi state inviate oltre il confine regionale raggiungendo i centri abitati di Cittareale, Arquata del Tronto ed Accumoli dove la situazione era più complessa. Hanno estratto dalle macerie alcune persone vive  e, purtroppo, anche diverse vittime.

I NUMERI IN SITESI
Gli interventi in sintesi – Sono stati circa 18.900 gli interventi svolti dai vigili del fuoco in Valnerina dopo il terremoto di un anno fa, ai quali vanno aggiunti quelli eseguiti dagli stessi vigili al di fuori dal comprensorio della Valnerina: oltre 3.400 in provincia di Perugia, e circa 1.400 in quella di Terni, per un totale generale di 23.729. In un comunicato della Direzione regionale vigili del fuoco in cui si traccia un bilancio dell’attività post-terremoto svolta in questo anno, si ricorda che “dai primi minuti dopo il sisma delle ore 3.36 del 24 agosto sono stati inviati nel territorio della Valnerina oltre 120 vigili dell’Umbria, che subito sono stati impegnati nei soccorsi. Verificato che nel territorio umbro non erano presenti persone rimaste coinvolte, tre squadre sono poi state inviate oltre il confine regionale raggiungendo i centri abitati di Cittareale, Arquata del Tronto ed Accumoli dove la situazione era più complessa. Hanno estratto dalle macerie alcune persone vive e, purtroppo, anche diverse vittime”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*