Venezuela, Maduro non esclude la guerra civile, la Francia gli ribadisce l’ultimatum


Venezuela, Maduro non esclude la guerra civile, la Francia gli ribadisce l’ultimatum

L’Unione Europea invia un ultimatum al Presidente venezuelano, Nicolas Maduro, affinchè indica subito le elezioni, altrimenti è pronta a riconoscere Juan Guaidócome suo legittimo successore.

Dal canto proprio, Maduro risponde evocando la possibilità che si scateni una guerra civile nel suo Paese ed invita Donald Trump a “fermarsi”.

La Francia ricorda al Presidente venezuelano l’imminente scadenza dell’aut aut lanciato da Parigi ed altri Paesi europei: a rimarcarlo è il Ministro transalpino per gli Affari europei, Nathalie Loiseau:

L’elezione di Maduro lo scorso maggio è stata una barzelletta, una finzione elettorale – dice quest’ultima -: quello che lui ha detto sinora è ‘Organizzerò le elezioni legislative’, il che equivale a dire che vuole liberarsi del Presidente dell’Assemblea nazionale, Guaidó, sostenuto dai manifestanti.

Se entro stasera non si impegnerà ad organizzare elezioni presidenziali, riterremo Guaidó legittimato a organizzarle al suo posto“.

Intanto, dopo il primo sostegno dell’Ambasciatore venezuelano in Iraq all’autoproclamato Presidente, si registra anche la presa di posizione della comunità italo-venezuelana, che da Caracas invia una lettera aperta a Mattarella per indurre l’Italia a sostenere l’oppositore di Maduro. (Euronews)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*