“Umbria. Una Bellezza che ci aspetta”, online il video della Soprintendenza

 
Chiama o scrivi in redazione




“Umbria. Una Bellezza che ci aspetta”, online il video della Soprintendenza

A come Assisi, C come Carsulae, Castiglion del Lago, Città di Castello. E poi F di Foligno, G di Gubbio, N di Narni, O di Orvieto ma anche Otricoli, P di Perugia capoluogo di regione e ancora Spello, Todi, il Lago Trasimeno, i tesori della Valnerina. L’alfabeto di “Umbria. Una Bellezza che ci aspetta” è il video racconto, disponibile su YouTube da venerdì 27 marzo che in poco più di 9 minuti racchiude i capolavori artistici del cuore verde d’Italia.

Realizzato dai tecnici della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio dell’Umbria consente di rivedere i tanti luoghi meravigliosi e conosciuti della regione, anche in un momento di clausura domestica come quella che si vive da giorni. Con l’augurio di visitarli o tornare ad ammirarli non appena sarà possibile farlo, magari in maniera ancora più innamorata e consapevole di quanto sia affascinante il patrimonio paesaggistico e culturale fuori casa.

Le immagini scelte da Massimo Achilli sono accompagnate dalle note di un assolo di Paolo Fresu, “Il Silenzio” eseguito dal vivo dal musicista a Forte Dosso delle Somme Folgaria in occasione del progetto internazionale “Ultimo Giorno di Pace – Il Silenzio. 27 luglio 1914-2014”, gentilmente concesso dall’artista, da un brano di Enzo Pietropaoli, “Elliptical Song”, anch’esso messo a disposizione, e da “Va’ Pensiero” eseguito dall’International Opera Choir.

Un piccolo ma prezioso contributo, che è connubio visivo e musicale, in un momento di innaturale segregazione forzata, dubbi e incertezze. Un viaggio virtuale e al tempo stesso un necessario segnale di speranza affinché “si possa uscire al più presto da questo triste momento”. A poche ore dal suo rilascio, il video sul canale YouTube conta già 270 visualizzazioni, destinate ad aumentare grazie alla viralità dei social e dei canali ufficiali della Soprintendenza, diretta da Marica Mercalli.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*