Umbria Pride, Pro Vita Famiglia: “Tesei ritiri patrocinio pro-utero in affitto”



Umbria Pride, Pro Vita Famiglia: “Tesei ritiri patrocinio pro-utero in affitto”

“Noi speriamo che la giunta ritiri il patrocinio concesso al gay pride dell’Umbria”. A dirlo è Jacopo Coghe, portavoce Pro Vita & Famiglia Onlus. L’associazione ha partecipato al presidio organizzato dalle famiglie umbre per chiedere alla Presidente Donatella Tesei di ritirare il patrocinio e il finanziamento pubblico al Gay Pride che promuove l’utero in affitto e il gender nelle scuole e che culminerà nella sfilata di sabato 25 a Perugia.

“Fino all’ultimo secondo – dice Coghe – speriamo che la presidente possa farlo e che possa rispettare i patti presi con le famiglie in campagna elettorale. Siamo qui per darle una ulteriore opportunità di ritirare il patrocinio all’Umbria Pride, perché non rispetta tutti i valori che la presidente ha deciso di difendere firmando il patto con le famiglie. La decisione è stata presa dalla presidente. Noi non ci stiamo, vogliamo che vengano rispettati i patti. Con i soldi non ci facciamo niente, se poi dobbiamo mandare i nostri nelle scuole dove hanno insegnato gender, o se viene liberalizzato l’utero in affitto”.

Ed infine: “In che società vivranno i nostri figli. E’ inutile avere i soldi e vivere in una società folle dove viene avvallata ideologia gender che danneggia i nostri bambini”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*