TAV, lo scontro sull’analisi costi – benefici Foietta contro Ponti


TAV, lo scontro sull’analisi costi – benefici Foietta contro Ponti

Costi che superano di 7-8 miliardi i benefici, un effetto dallo spostamento delle merci su binario insufficiente rispetto alle perdite di accise e pedaggi, benefici ambientali trascurabili, un impatto sulle casse dello Stato tra i 10 e i 16 miliardi. E’ con questi numeri che l’analisi costi-benefici boccia definitivamente la Tav, concludendo che il progetto presenta una “redditività fortemente negativa”. Dati “impietosi” li definisce il ministro delle infrastrutture Toninelli, assicurando comunque che la decisione finale spetta al Governo.

Euronews ha sentito i pareri contrapposti del commissario alla Tav Paolo Foietta che grida alla farsa e l’autore dello studio lapidario Professor Marco Ponti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*