#Taser ai Carabinieri, #Arma di Terni tra le prime a dotarsi del dispositivo

Taser ai Carabinieri, Arma di Terni tra le prime a dotarsi del dispositivo

A conclusione delle procedure connesse con la gara accentrata interforze, è stata aggiudicata alla “Axon Public Safety Germany SE” la fornitura di 4.482 Armi ad Impulsi Elettrici modello “Taser X2” (di cui 2.626 per i Carabinieri, 1.600 per la Polizia di Stato e 256 per la Guardia di Finanza).

Tutti i Carabinieri sono stati opportunamente

La consegna dei dispositivi (cd less than letal), con cui saranno prioritariamente equipaggiati i servizi di Pronto Intervento dell’Arma, è stata effettuata nel mese di marzo 2022, all’esito delle prescritte operazioni di collaudo. Tutti i Carabinieri che utilizzeranno il “Taser” sono stati opportunamente formati tramite corsi tenuti da militari specializzati nell’utilizzo della pistola ad impulsi.

Impiego operativo della pistola ad impulsi elettrici

Tra le prime città d’Italia, il 23 maggio 2022 anche nella città di Terni è stato avviato l’impiego operativo della pistola ad impulsi elettrici. L’arma è entrata a pieno titolo a far parte dell’equipaggiamento dei Carabinieri e, per primi, dei militari del Pronto Intervento (nello specifico ternano 10 Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia capoluogo sono già stati istruiti e dotati dell’arma).

Il dispositivo potrà essere utilizzato, secondo criteri di adeguatezza e proporzionalità, in interventi delicati di contenimento di soggetti pericolosi in evidente stato di alterazione psico-fisica, consentendo, mediante l’emissione di impulsi elettrici, un temporaneo e localizzato blocco neuro-muscolare del soggetto attinto, in modo da renderlo inoffensivo e provvedere alla sua immobilizzazione, in sicurezza, da parte degli operatori.

L’impiego del taser è rappresentativo dell’efficace funzionamento del coordinamento delle varie Forze di polizia che operano in Italia, e nelle singole province sotto la guida del Prefetto quale Autorità di Pubblica Sicurezza.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*