Sui circa mille e 400 reclusi in Umbria, il 15 per cento ha tra 18 e 25 anni

Un dato fornito dal garante dei detenuti per la Regione l'avvocato Giuseppe Caforio

Sui circa mille e 400 reclusi

Sui circa mille e 400 reclusi in Umbria, il 15 per cento ha tra 18 e 25 anni

Sui circa mille e 400 reclusi nelle carceri dell’Umbria, il 15 per cento, 200 ha tra 18 e 25 anni.  Un dato fornito dal garante dei detenuti per la Regione l’avvocato Giuseppe Caforio durante un convegno sul tema “Il disagio giovanile tra attualità e prospettive di futuro sostenibile.    Il sistema riabilitativo – ha detto – deve essere estremamente incisivo perché sono persone che si possono recuperare e riportare all’interno della società.  Tra i reati per i quali si trovano in cella questi giovanissimi ci sono quelli legati alle tossicodipendenze ma anche a reati contro il patrimonio (come furti e rapine).

Riguardo al tema della prevenzione, Caforio lo ha definito “fondamentale”. “Perché  i minori saranno gli adulti di domani. ‘Umbria ha una situazione tutto sommato ancora contenuta ma prevenire significa anticipare i tempi, prima che i  fenomeni tipici delle grandi città invadano i nostri territori. Sempre più infatti ci sono fenomeni diffusi di violenza, contro il patrimonio e  contro la persona, da parte dei minori. E’ il momento di riflettere e di agire.  Procura generale e Università si mettono insieme. Il problema è grave e attuale: necessità di interventi immediati.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*