Strage discoteca Corinaldo, forse troppe persone all’interno


Strage discoteca Corinaldo, forse troppe persone all’interno

“Anche se la causa scatenante sia legata a una reazione non preventivabile ma c’è da verificare perché non abbiano funzionato i sistemi di sicurezza e sia determinata una tragedia di tale entità”. Sulla tragedia della discoteca di Corinaldo, nella quale sono morte 6 persone, parla Monica Garulli, procuratore capo di Ancona. “L’ipotesi dello spray al peperoncino è da verificare. C’è un evento che ha assunto proporzioni inaudite”.

 Ci sarebbe stata troppa gente all’interno della discoteca Lanterna Azzurra di Corinaldo, in provincia di Ancona, dove nella notte tra il 7 e l’8 dicembre sono morte sei persone per il panico scatenato, stando alle indagini, dallo spray urticante spruzzato da qualcuno.

La capienza massima del locale infatti, sarebbe di circa 871 persone ma l’evento si svolgeva nella sala principale, da 469 posti. A dare la notizia è Repubblica, secondo cui il presenti parlerebbero di una folla più numerosa. Tra loro, un padre: “Uno dei miei figli aveva il biglietto numero 1350 e lo aveva acquistato in prevendita”.

Diretta Euronews

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*