Strage di Corinaldo concerto Sfera Ebbasta invenzione, ma è una bufala

Strage di Corinaldo concerto Sfera Ebbasta invenzione, ma è una bufala

«Fermi, perché è quanto il web si aspettava: complotti anche quando si tratta di morti, anche nell’occasione della strage avvenuta a Corinaldo in occasione del concerto di Sfera Ebbasta. Siamo rimasti tutti profondamente colpiti e addolorati dalla notizia dei 6 morti a seguito del panico scatenato all’interno della Lanterna Azzurra, la discoteca in provincia di Ancona, nella quale si attendeva il concerto del trapper Sfera Ebbasta».

A commentare il video che abbiamo pubblicato, riprendendolo dal social di Facebook, è il sito internet – da sempre accanito “smascheratore” di fakenews – bufale.net.

Il portale scrive ancora”: Oggi ci segnalano un video di un ragazzo – pubblicato sul profilo di una ragazza – che sostiene che in realtà la serata con l’idolo dei ragazzi presenti quella sera era soltanto un’invenzione dei gestori del locale per fare cassa».

Parole terribili! E lo sono ancora di più perché nel video selfie il giovane dice di essere in possesso delle prove.

Il ragazzo del video, in sostanza, dice che il panico scatenato era programmato perché almeno gli organizzatori avrebbero potuto giustificare il mancato concerto. Per sostenere la sua tesi ricorda che Sfera Ebbasta aveva una serata, nella stessa data, a Rimini. Fatto vero, come dimostra il sito sulle discoteche di Riccione Rimini. I

l concerto del trapper era segnalato per le 22 anche sul sito Hip Hop Starz Tour – come del resto segnalano diversi commentatori sotto il video – e sempre sullo stesso sito troviamo la data di Corinaldo, con un link all’acquisto dei biglietti sulla piattaforma Live ticket.

E l’analisi di bufale.net non fa una piega! 

Entrambi gli eventi erano fissati per le 22 e su Ansa leggiamo che “dopo mezzanotte qualcuno spruzza spray al peperoncino”, e il pubblico ballava in attesa del concerto di Sfera Ebbasta, che dunque non era ancora iniziato. La data di Rimini era comparsa sulla pagina Facebook di Altromondo Studios, il club che ospitava Sfera Ebbasta la notte del 7 dicembre. Addirittura sul sito ufficiale del trapper non compaiono la data di Rimini né quella di Corinaldo, ma sostenere che i gestori del locale avessero inventato la sera per fare cassa, per poi mettere a repentaglio la vita dei presenti spruzzando spray urticante è folle.

Se davvero fosse stato tutto inventato, Sfera Ebbasta non avrebbe nemmeno dovuto pubblicare un messaggio di cordoglio sui suoi profili social, o anche questo fa parte del massacro organizzato?

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*