Sette Donne Coraggiose Mantengono Viva un’Azienda Storica

Sette donne coraggiose mantengono viva un’azienda storica

In un mondo dominato dagli uomini, sette donne coraggiose hanno dimostrato che il genere non è un ostacolo al successo. Queste donne, Nadia Giorgeschi, Monica Veschi, Fiorella Podrini, Marta Scarabicchi, Roberta Volpi, Anna Rita e Tatiana Castellani, sono le forze trainanti dietro Linoservice Sas, un’azienda storica di prestampa e stampa digitale a Città di Castello.

donne coraggiose

Nel 2020, la scomparsa improvvisa del fondatore dell’azienda ha lasciato queste donne in una situazione difficile. Tuttavia, non si sono lasciate abbattere. Dopo un breve periodo di smarrimento, hanno deciso di portare avanti l’azienda, dimostrando una notevole determinazione e solidarietà.

La loro storia è stata celebrata dal Comune di Città di Castello in occasione dell’8 marzo, con una breve cerimonia in azienda. Il sindaco Luca Secondi, insieme agli assessori Michela Botteghi, Letizia Guerri e Benedetta Calagreti, ha consegnato a queste donne una targa ricordo, sottolineando i loro valori etici nel campo lavorativo e sociale.

Tutte queste donne hanno frequentato l’Istituto professionale per l’industria e l’artigianato. Dopo la scuola, sono entrate in questa realtà, creando un ambiente di amicizia e rispetto reciproco. La scomparsa improvvisa di Claudio Mancini, marito di Anna Rita Castellani e colonna portante dell’azienda, ha lasciato un vuoto enorme. Tuttavia, queste donne non si sono arrese. Hanno deciso di continuare, con Rita, la moglie di Claudio, e Tatiana, la nipote, che hanno preso le redini dell’azienda.

L’arrivo del Covid ha rappresentato un’altra sfida, ma ancora una volta, queste donne non si sono arrese. Hanno affrontato la situazione con un sorriso e la determinazione di non mollare. Oggi, nonostante le difficoltà, Linoservice Sas rimane una realtà importante nel settore della prestampa e stampa digitale. Questa è la storia di sette donne coraggiose che hanno dimostrato che nulla è impossibile quando si ha la determinazione e la solidarietà.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*