Scandalo fiscale Umbria, 500mla € frode IVA su vendita supercar

Operazione Antifrode: Indagine su Società Calabrese

Scandalo fiscale Umbria, 500mla € frode IVA su vendita supercar

Scandalo fiscale Umbria – Un’operazione antifrode condotta a Perugia ha portato alla luce una frode IVA di mezzo milione di euro (498.352 euro) commessa da una società con sede legale in Calabria, operante nel settore della vendita di auto di lusso. La società, operante dal 2016, ha eluso sistematicamente gli adempimenti IVA e le imposte dirette, senza possedere una struttura aziendale reale.

Le investigazioni hanno rivelato che le auto di grossa cilindrata, tra cui Audi, Bmw e Mercedes, venivano acquistate in Germania e rivendute anche a un autosalone plurimarche nel folignate, oggetto di indagine sin dal 2019. In particolare, i funzionari dell‘Ufficio delle Dogane di Perugia hanno accertato la cessione di 18 supercar nel 2018 per un valore di 572.955 euro, 73 auto di grossa cilindrata nel 2019 per 1.694.645 euro e 2 nel 2020 per 87.930 euro.

La frode è stata perpetrata attraverso la nazionalizzazione delle auto presso Uffici della Motorizzazione civile al di fuori dell’Umbria, utilizzando documentazione falsa e dichiarazioni di atto notorio contraffatte a nome dei clienti. Questa strategia ha consentito di simulare le condizioni per beneficiare dell’esenzione IVA prevista per l’acquisto di auto da privati presso autosaloni tedeschi con IVA già assolta.

Oltre alla scoperta dell’evasione fiscale, si sono aggiunte sanzioni che variano da 1,5 a oltre 3 milioni di euro. L’indagine ha rivelato anche una rete complessa di società intermedie, incluso il concessionario folignate, coinvolte nella frode. È importante sottolineare che le persone coinvolte nell’indagine preliminare sono da considerarsi innocenti fino a una sentenza definitiva di condanna. L’operazione testimonia l’impegno delle autorità nel contrastare le frodi fiscali e garantire la legalità nell’ambito del commercio automobilistico.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*