Rione Portella vince il Palio de San Michele e anche la lizza



Rione Portella vince il Palio de San Michele e anche la lizza

Dopo la vittoria ai Giochi in Piazza, il Rione Portella si ripete vincendo una lizza storica (miglior tempo di sempre! Ndr) e, grazie al secondo posto alla sfilata, si aggiudica la 57 edizione del Palio de San Michele. Il rione capitanato da Daniele Trippetta ottiene anche il Premio Don Luigi Toppetti. Il rione Moncioveta, secondo nella lizza e nella classifica generale del Palio, si consola con la vittoria nella sfilata e con il Premio Stella Nascente assegnato alla giovanissima attrice Lucia Lunedei “Astrid da piccola”.  Dopo due anni il Rione San Rocco ritorna a vincere Magie del Gusto, la gara enogastronomica indetta dalla Pro Loco di Bastia Umbra. Rodolfo Mantovani del Rione San Rocco vince l’ambito Premio Monica Petrini (miglior Attore delle sfilate) con l’interpretazione di Re Sole.

Davanti ad un pubblico delle grandi occasioni, con tribune gremite e folla riversata lungo tutta Piazza Mazzini, si è svolta ieri sera l’ultima prova ai fini dell’assegnazione del Palio.

Moncioveta, Portella, Sant’Angelo e San Rocco si sono sfidati nella lizza, un’emozionante staffetta 4×400 corsa tra i sanpietrini e caratterizzata da due ripartenze (bidoni).

L’evento, trasmesso in diretta streaming su terrenostre.info e su paliodesanmichele.it, è stato visto online da circa 3000 persone!

Una gara unica, elettrizzante ed adrenalinica che, anche quest’anno, non ha deluso le attese.

Dopo l’exploit degli ultimi due anni, il rione Portella è riuscito in un’impresa storica dominando anche la Lizza di quest’edizione con una gara che ha fatto registrare la migliore prestazione di sempre:

Moncioveta (2°), Sant’Angelo (3°) e San Rocco (4°) si sono arresi allo strapotere fisico dei ragazzi capitanati da Daniele Trippetta.

Ma che lizza è stata?

Nella prima frazione grande bagarre al primo bidone con Pier Luca Trecchiodi (Portella) a dettar legge su Giovanni Bianchi, (Moncioveta), Alessio Ferracci (San Rocco) e Alessandro Rossi (Sant’Angelo). In prossimità della seconda virata Giovanni Bianchi è stato autore di una meravigliosa progressione superando nell’ordine Ferracci, Rossi e Trecchiodi. Tuttavia, nonostante Bianchi sia sto protagonista di un atto di forza assoluto, Trecchiodi è riuscito incredibilmente a tenere botta a differenza di Rossi e Ferracci che inevitabilmente hanno accusato il colpo. In zona cambio Giulio Chiurulla (Moncioveta) e Luca Ubaldi (Portella) sono partiti appaiati aumentando i giri della lizza. Kevin Beshiri (Sant’Angelo) e Alessandro Bartocci (San Rocco) non hanno potuto far altro che inseguire il tandem di testa. Quella tra Chiurulla e Ubaldi è stata una frazione senza esclusioni di colpi. Nel tratto di risalita è avvenuto il momento decisivo della corsa con il sorpasso di Ubaldi che, nonostante un leggero contatto, è riuscito a non perdere l’equilibrio ed ha sopravanzato Chiurulla. Nelle retrovie grande prestazione di Bartocci che, dopo aver superato Beshiri, ha approfittato della bagarre di testa per accorciare le distanze. Tuttavia, il tentativo di recuperare di San Rocco e Sant’Angelo è andato decisamente a vuoto con l’inizio della terza frazione. Davide Falcinelli (Portella) ha confermato il trend degli ultimi anni e dopo aver raccolto il testimone da Ubaldi è partito con veemenza creando il vuoto dietro di sé. Raffaele Cinquegrana (Moncioveta) ha provato in tutti i modi di portarsi a ridosso, ma l’ardore agonistico di Falcinelli non ha lasciato opzioni di rimonta. Ridolfi (San Rocco) e Degli Esposti (Sant’Angelo) hanno comunque recuperato terreno dall’atleta monciovetano con una risalita degna della loro nomina. Dopo la virata del secondo bidone il distacco tra Falcinelli e Cinquegrana è addirittura aumentato e quando Mattia Marcelli (Portella) ha ricevuto il testimone, il pubblico portellano si è trasformato in una bolgia. Nonostante lo spauracchio creato dalla sola sua presenza, Giovanni Cinquegrana (Moncioveta) non è mai riuscito a contrastare la prima posizione, mentre Andrea Lilli (Sant’Angelo) e Mirko Susta (San Rocco) hanno corso l’ultima frazione con un distacco abissale. Dopo la seconda virata ogni dubbio si è eclissato: Mattia Marcelli è risalito più forte di quando era partito giungendo tagliando il traguardo con un divario impronosticabile ai danni di Cinquegrana, Lilli e Susta. L’exploit della formazione allenata dai responsabili Fabio Falaschi e Michele Fioravanti è di fatto entrato nella leggenda. A fine corsa infatti è stato diramato il risultato ufficiale della corsa e, con il tempo di 3’31’’8, la lizza del Rione Portella ha registrato la migliore prestazione della storia del Palio de San Michele!

Subito dopo l’emozionante arrivo della lizza, la giuria 2019 composta: Gianfranco Anzini (regista, autore televisivo – Presidente di Giuria), Aldo Spinello (critico cinematografico), Brunella De Cola (Scenografa), Silvia Tagliaferri (costumista), Paolo Monachesi (light designer), Ketty Roselli (attrice, cantante, conduttrice), Pio Stellaccio (attore), ha diramato la classifica finale delle sfilate.

Rodolfo Mantovani del Rione San Rocco si è aggiudicato il PREMIO MONICA PETRINI come miglior attore della kermesse. Lucia Lunedei del Rione Moncioveta ha vinto la sesta edizione del Premio “Stella Nascente”


1 Trackback / Pingback

  1. Rione Portella vince il Palio de San Michele e anche la lizza

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*