Reperti di arte sacra recuperati da Abbazia di Sant’Eutizio di Preci

L'abbazia di Preci, terminati i recuperi, sarà poi oggetto di un lungo recupero

 
Chiama o scrivi in redazione


Reperti di arte sacra recuperati da Abbazia di Sant’Eutizio di Preci

PRECI – I vigili del fuoco hanno messo in sicurezza i reperti di arte sacra, mobili e altri oggetti recuperati dall’abbazia di Sant’Eutizio di Preci. Crocifissi, mobili, tappeti, vestiario sono stati estratti e trasferiti nel deposito di Spoleto della Regione, dove sono presenti almeno 5 mila opere d’arte salvate dalle macerie del terremoto. Tra cui la campana di Sant’Eutizio, smontata e messa in sicurezza già nei giorni successivi al sisma.

© Protetto da Copyright DMCA

L’abbazia di Preci, terminati i recuperi, sarà poi oggetto di un lungo recupero. Intervento cui la diocesi di Spoleto-Norcia tiene particolarmente, dato che “qui è nata la forma di vita cenobitica alla quale San Benedetto si è ispirato per la sua regola e qui è nata la Scuola chirurgica preciana che divenne famosa in tutta Europa”, come ha più volte evidenziato il vescovo Renato Boccardo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*