Rassegna stampa e telegiornale, l’informazione dell’Umbria 9 luglio 2020

 
Chiama o scrivi in redazione



Rassegna stampa e telegiornale, l’informazione dell’Umbria 9 luglio 2020



Il Comitato Spesa Solidale Perugia ha mandato una diffida ad adempiere per chiedere la rimozione del requisito dei 5 anni di residenza o di occupazione nel territorio regionale per l’accesso ai bonus affitti 2020.

I nostri avvocati hanno inviato alla Presidente della Regione Umbria, all’Assessore alla salute e alle politiche sociali e ai Sindaci dei Comuni di Perugia, Marsciano, Tuoro, Magione, Castiglione e Passignano una diffida per chiedere di adeguare il bando per l’accesso ai bonus affitti 2020 al giudicato della Corte Costituzionale n.44/2020. La decisione aveva bocciato a gennaio una legge della Lombardia che prevedeva la residenza continuativa o l’occupazione lavorativa per 5 anni nel territorio regionale tra i requisiti di accesso ai servizi abitativi. Con questa nota facciamo seguito al comunicato della scorsa settimana e facciamo presente agli amministratori che è loro dovere togliere dal testo dei loro provvedimenti il requisito della c.d. residenza protratta per n. 5 anni in Umbria e quello alternativo dell’occupazione per n. 5 anni nel territorio umbro perché si tratta di requisiti discriminatori ingiustificati, che mettono in competizione i più bisognosi e che nuocciono allo stesso modo italiani e stranieri, escludendo di fatto le persone più vulnerabili e quindi più meritevoli di tali incentivi. Chiediamo dunque: 1)  che l’ostacolo sia rimosso celermente e 2) che siano riaperti i termini per permettere a tutti coloro che erano inizialmente esclusi di partecipare al bando.

 
Comitato Perugia Solidale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*