Palio del Cupolone de J’Angeli 800 di Santa Maria degli Angeli, presentata l’edizione 2018

di Morena Zingales
Palio del Cupolone de J’Angeli 800 di Santa Maria degli Angeli, presentata l’edizione 2018
 Fervono i preparativi in vista della terza edizione del Palio del Cupolone che si svolgerà a Santa Maria degli Angeli dall’8 all17 giugno 2018. I tre rioni di Santa Maria degli Angeli: il Rione Fornaci, il Rione Ponte Rosso e Rione del Campo torneranno a sfidarsi per vincere il Palio che, tra giochi, spettacoli di piazza e cortei, taverne e mercati daranno vita a un evento culturale di alto livello, tornando indietro nel tempo. Il comitato Festa dei Rioni de J’Angeli, presieduto da Marco Dusi, che dal 2016 organizza questa manifestazione, è al lavoro da tempo per far rivivere a tutti gli Angelani ed ai turisti alcune importanti pagine di questa terra antica, dove tutto ruota intorno alla maestosa Basilica Papale, in piazza Garibaldi. Saranno circa 600 i figuranti in costume tra nobili, dame, contadini, frati, soldati e cavalieri, che daranno vita alla Rievocazione Storica incentrata sul 1800 Angelano. Il programma dell’edizione 2018 è stato presentato oggi al Palazzetto Capitano del Perdono di Santa Maria degli Angeli.

Per l’edizione 2018 lo stendardo del Palio 2018 è stato realizzato dall’artista Assisana di fama nazionale Francesca Capitini.

Si comincia venerdì 8 giugno alle 21.30 con l’apertura ufficiale del palio, alle 22.20 ci saranno i proclami di sfida. I Rioni Fornaci, Ponte Rosso e Del Campo si sfidano reciprocamente a colpi di satira, ironia e sarcasmo.

Il giorno dopo i bambini e i ragazzi angelani dagli 8 ai 10, dai 10 ai 13 e dai 13 ai 16 anni, saranno protagonisti con il “Palio dei muje”.

Domenica la giornata comincerà con la Santa Messa alle ore 10 nella Basilica papale di Santa Maria degli Angeli, a seguire la benedizione dei vessilli. Alle 19,30 il corteo storico con i Rioni che sfileranno di fronte alla giuria per la prima gara del Palio.

LEGGI ANCHE: Rievocazione, J’Angeli 800, ecco il nuovo visual

Da lunedì 11 a giovedì 14 sarà la volta degli spettacoli di Piazza. A comiciare il Rione Ponterosso con “Assisi, stazione di Assisi”, segue Fornaci con “Sogno antico. La poesia della vita tra le pagine di un libro”, chiude il Rione del Campo con “L’Historico viaggio de Papa Pio IX nelle terre de Sancto Francesco, a.d. 1857”. Giovedì 14 giugno è la volta di “Là ci darem la mano”, con la straordinaria partecipazione del maestro Stefano Ragni.

Venerdì 15 giugno dalle 22.30 in Piazza Garibaldi, andrà in scena la “Disfida dei Rioni”, con la Corsa delle Botti, il Tiro con la Fionda, il Tiro alla Fune e la Corsa con il Carro. Quattro prove di velocità, precisione e forza; quattro prove adrenaliniche che vedranno i tre Rioni fronteggiarsi sul campo della piazza per aggiudicarsi la vittoria.

Sabato 16 giugno in piazza alle 22.30 con il “Ballo del Solstizio d’Estate” in cui i rioni de J’Angeli si gemellano con Cingoli 1848 che festeggia quest’anno la sua trentesima edizione e presenta una gioiosa serata all’insegna del canto e del ballo in collaborazione con Marche ‘800, compagnia nazionale di danza storica.

Domenica 17 giugno è il giorno del gran finale. Si alle 9 in piazza Garibaldi con l’estemporanea di pittura “Immagini e colori del Palio (giallo, rosso, blu)”, mentre alle 22 è la volta della Fabbrica e del verdetto finale. La “Santa fabbrica” della Basilica diede lavoro a centinaia tra fornaciari, muratori, falegnami, carpentieri, scalpellini, fabbri, ferrai, che si insediarono intorno al cantiere formando così il borgo de J’Angeli. Ad essa si ispira questo entusiasmante gioco finale, al termine del quale verrà proclamato il Rione vincitore del Palio 2018.

Durante la conferenza sono stati resi noti i nomi dei componenti della Giuria che decreterà il vincitore che conquisterà il Palio. Si tratta dello storico Andrea Maiarelli, Marco Simeoli – Regista, Attore e Autore e Carla Accoramboni – Costumista e Scenografa.

Come nasce la Festa de J'Angeli
La Festa dei Rioni de J’Angeli nasce per iniziativa dei Priori Serventi 2016 del Piatto di Sant’Antonio Abate. Il 24 settembre 2015, durante la presentazione del programma e dell’immagine simbolica e rappresentativa della propria azione per lo svolgimento della festa del Santo, i Priori Serventi hanno reso nota ai loto concittadini la volontà di accrescere la festa del Piatto. Nacque la Festa de i Rioni de J’Angeli con il preciso compito di creare nuove occasioni d’incontro che sanciscono la riscoperta delle tradizioni paesane e dell’identità della comunità locale.

Diretta Euronews

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*