Nave italiana soccorre migranti, e per la prima volta. riporta in Libia

Nave italiana soccorre migranti, e per la prima volta. riporta in Libia

La denuncia di Nicola Fratoianni: un fatto senza precedenti, che avviene in violazione della legislazione internazionale che garantisce il diritto d’asilo e che non riconosce la Libia come un porto sicuro. A Siracusa arrivano 40 pakistani in barca a vela

Per la prima volta – secondo quanto denunciato dal deputato di Liberi e Uguali Nicola Fratoianni- una nave italiana ha riportato in Libia migranti soccorsi nel Mediterraneo (LO SPECIALE). Questo in violazione della legislazione internazionale sul diritto d’asilo.

Operazioni di soccorso di Nave Asso

Secondo quanto denunciato da Fraoianni, la Asso 28, nave di supporto a una piattaforma petrolifera, è stata coinvolta nelle operazioni di soccorso di un gommone con 108 persone a bordo. La sala operativa di Roma ha dato indicazioni di coordinarsi con la Guardia costiera libica e, prese a bordo le persone, la Asso 28 ha seguito le indicazioni e le ha sbarcate nel porto di Tripoli.

Mai successo prima

Un fatto senza precedenti- come sottolinea Fratoianni in questi giorni a bordo della Ong Open Arms – che avviene in violazione della legislazione internazionale che garantisce il diritto d’asilo e che non riconosce la Libia come un porto sicuro. skytg24

In barca a vela a Siracusa

Intanto, a Siracusa sono arrivati 40 migranti tutti di origine pakistana. Si tratta di uomini, donne e bambini arrivati sulla terra ferma a bordo di una barca a vela. Il natante è stato posto sotto sequestro mentre la Procura ha aperto una inchiesta per identificare gli scafisti al timone della barca. Migranti in Italia, i dati e il confronto con l’Europa.


Diretta Euronews

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*