Moschea Umbertide, Valerio Mancini, prima notte di sciopero della fame

La prima notte è trascorsa bene e il consigliere lo racconta in un video

 
Chiama o scrivi in redazione


Moschea Umbertide, Valerio Mancini, prima notte di sciopero della fame

PEERUGIA – Detto fatto! E’ così è iniziato lo sciopero della fame e l’occupazione del consiglio regionale da parte del consigliere regionale Valerio Mancini della Lega Nord. Il motivo di tutto questo è la questione della Moschea di Umbertide. L’occupazione dell’aula sarà fino a venerdì 22 settembre (3 giorni che per Mancini indicano una valenza simbolica). La prima notte è trascorsa bene e il consigliere lo racconta in un video.

© Protetto da Copyright DMCA

«Nonostante questo ostruzionismo spicciolo – ha detto Mancini -, perseveriamo e vogliamo l’approvazione del documento che non chiude le porte a moschee o centri culturali islamici, ma invita ad una riflessione accurata e di buon senso attraverso l’attuazione di una moratoria sulle autorizzazioni e permessi».

La mozione era stata messa all’ordine del giorno della seduta precedente, ma non si è potuta discutere. Il PD ieri ha anche abbandonato l’aula durante la presentazione dell’atto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*