Milleproroghe, via libera smaltimento macerie sisma


Scrivi in redazione



Il governo, nella notte tra mercoledì e giovedì, in commissione affari costituzionali e bilancio, ha presentato, ottenendone l’approvazione, l’emendamento al Milleproroghe con cui viene sbloccata l’impasse sulle macerie del sisma.

“Siamo lieti che il governo Conte con l’approvazione dell’emendamento che riassorbe quello di FDI, abbia accolto le nostre istanze in materia di smaltimento delle macerie. Nei testi licenziati a dicembre dalle Camere era stata infatti inserita la proroga temporale dello stato di emergenza post – sisma e, contestualmente, prorogato anche il termine per la raccolta e lo smaltimento delle macerie, ma incredibilmente non era stato previsto il rinnovo della concessione per la gestione dei siti temporanei in cui le macerie vengono lavorate e recuperate.

In pratica, le macerie si potevano raccogliere ma non si potevano trattare, con la conseguenza che le Regioni Marche e Umbria si sono trovate costrette a sospendere il servizio e a trovare soluzioni tampone. Grazie alle numerose iniziative intraprese da Fratelli d’Italia per chiedere la risoluzione del problema, il Governo si è visto costretto a correggere le norme. E intanto però si è perso altro tempo per la ricostruzione”. Lo dichiarano in una nota congiunta i deputati di Fratelli d’Italia Francesco Acquaroli, Emanuele Prisco e Paolo Trancassini.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*