Lori Lightfoot, afroamericana e gay, è il nuovo sindaco di Chicago


Lori Lightfoot, afroamericana e gay, è il nuovo sindaco di Chicago

Cinquantasei anni, avvocato ed ex procuratore federale alla sua prima esperienza in politica. È il ritratto di Lori Lightfoot, prima donna afroamericana ed apertamente omosessuale ad essere eletta sindaco di Chicago.

Presentatasi alle elezioni como volto nuovo, in opposizione ai politicanti di mestiere, Lightfoot eredita una città fiaccata da gravi problemi economici e alle prese con un tasso di criminalità tra i più elevati degli Stati Uniti.

Nel corso della sua campagna elettorale si è impegnata a combattere la corruzione e aiutare le famiglie a basso reddito e la classe media, ignorate a suo avviso dalla politica di Chicago.

“Stiamo assistendo alla rinascita della città. Una città dove non contano il colore della tua pelle o chi ami”, ha detto dal palco il neo-sindaco durante il suo discorso di ringraziamento.

Lori Lightfoot

@LightfootForChi

“They’re seeing a city where it doesn’t matter what color you are, where it sure doesn’t matter how tall you are, and where it doesn’t matter who you love.”

Lori Lightfoot

@LightfootForChi

“In the Chicago we will build together, we will celebrate our differences. We will embrace our uniqueness. And we will make certain that we all have every opportunity to succeed.”

150 people are talking about this

Nella sua corsa alla poltrona di sindaco ha battuto un’altra donna afroamericana, Toni Preckwinkle, 72anni, politica di lungo corso e presidente della Contea di Cook. “Sono delusa ma non scoraggiata”, è stato il commento di Preckwinkle dopo la sconfitta.

Lightfoot prende il posto di un altro democratico, Rahm Emanuel, sindaco per due mandati a partire dal 2011.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*