Lavoro, flessibilità di gestione, riduzione dei costi e nuove assunzioni

Lavoro, flessibilità di gestione, riduzione dei costi e nuove assunzioni

Flessibilità di gestione, riduzione dei costi e nuove assunzioni: questi sono gli obiettivi raggiungibili dalle imprese della GDO con l’entrata in vigore del primo contratto integrativo aziendale Sefitalia Job che è stato presentato al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, alla presenza del Sottosegretario Claudio Durigon. Vista la necessaria tendenza delle imprese della GDO di tenere sotto controllo i costi del personale, applicando tutti i mezzi possibili per mantenere elevati standard di efficienza e produttività, e la soluzione, piuttosto estrema, della riduzione e dei tagli al personale, Sefitalia Job si propone oggi come unico strumento in grado di ridurre rapidamente l’incidenza dei costi di esercizio legati alle nuove assunzioni.

Nel mercato dei servizi della GDO

Nel mercato dei servizi della GDO, che continua a ricercare massima flessibilità, meno costi fissi e più costi variabili, Sefitalia ha fatto una scelta diversa di inserimento applicando il contratto di maggiore riferimento, garantendosi la flessibilità necessaria per potere operare sul mercato nel rispetto dell’equilibrio di bilancio, condizione necessaria ed essenziale per qualsiasi impresa, ma al contempo assicurando trattamenti omogenei a tutto il personale e retribuzioni di sicuro interesse e coerenti con il contratto collettivo.

A seguito dell’accordo con FISASCAT CISL

A seguito dell’accordo con FISASCAT CISL, applicando il contratto collettivo nazionale di lavoro (CCNL) del commercio per i dipendenti da aziende del terziario, della distribuzione e dei servizi in una forma agevolativa, Sefitalia Job si propone di creare migliaia di nuovi posti di lavoro con una minima incidenza dei costi per le aziende. La presentazione del contratto Sefitalia Job ha visto anche la presenza di Vincenzo Dell’Orefice, Segretario Nazionale Fisascat Cisl, Luca Malcotti e Luigi Giulio De Mitri Pugno, Segretario e Vice Segretario Nazionale UGL Terziario, e Raffaele Fontana Capo di Gabinetto del Sottosegretario e Donato Menichella procuratore della Società a capo della delegazione aziendale che ha negoziato e stipulato il contratto aziendale.

Sono stati illustrati i criteri e le valutazioni di Sefitalia

Sono stati illustrati i criteri e le valutazioni di Sefitalia alla base della scelta di applicare il contratto collettivo del terziario per migliorare sia i costi del lavoro certo e definito oltre a caratteristiche di flessibilità operative che restano centrali, nel rispetto della legislazione, per le attività della GDO odierna, te nel contempo di applicare una contrattazione di riferimento per il comparto, contribuendo quindi ad un riordino contrattuale nel settore che oggi opera spesso attraversando le più disparate fenomenologie di contrattazione collettiva  sovente di dubbia o scarsa legittimità.

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*