La video rassegna stampa umbra e nazionale del 6 febbraio 2019


La video rassegna stampa umbra e nazionale del 6 febbraio 2019




Montagna: morto scialpinista travolto da valanga in Friuli

Agenzia giornalistica Italia – Uno scialpinista carnico, di 47 anni, e’ morto travolto da una valanga. Il suo corpo e’ stato ritrovato verso l’ una di notte, dall’ unita’ cinofila del Soccorso alpino della Guardia di Finanza, dopo che le ricerche, nella zona del monte Coglians, erano state avviate nel tardo pomeriggio di ieri. L’ uomo, esperto di montagna iscritto al Cnsas Fvg, era uscito per un’ escursione in solitaria. Non vedendolo rientrare a casa i familiari hanno dato l’ allarme. Sulle sue tracce una ventina di tecnici tra Soccorso Alpino e Speleologico di Forni Avoltri e Sappada e Guardia di Finanza, che sono risaliti fin dove e’ stato possibile lungo l’ itinerario con gli sci, dato che a causa del vento e con il passare delle ore le condizioni del manto nevoso erano diventate piu’ pericolose. Quando l’ uomo e’ stato individuato purtroppo non c’ era piu’ nulla da fare. Presenti anche i vigili del fuoco. La salma sara’ recuperata questa mattina con l’ elicottero.


 Aeronautica: Fim-Cisl, no trasferimento lavoratori Puglia a Malta

“Un’ offerta di lavoro e’ pur sempre un’ opportunita’ , ma gioire per un’ occupazione in una nazione diversa ci sembra solamente utile a lavarsi la coscienza”. Lo dice il segretario della Fim Cisl di Taranto-Brindisi, Michele Tamburrano, a proposito del fatto che i lavoratori dichiarati in esubero da Tecnomessapia, azienda dell’ indotto aeronautico di Taranto e Brindisi, vadano a lavorare in un’ azienda dello stesso settore a Malta. E’ stato il Distretto tecnologico aerospaziale pugliese ad annunciare, qualche giorno fa, questa possibilita’ . Per la Fim Cisl, “il bacino delle competenze di distretto e’ nato come uno strumento innovativo di facilitazione alla ricollocazione lavorativa possibilmente nello stesso territorio di provenienza” e “non deve agire come un’ agenzia di somministrazione con il patrocinio della Regione Puglia”. Inoltre, per il sindacato, “non puo’ e non deve favorire un esodo di competenze magari anche a condizioni economiche poco vantaggiose”. Presentando questa opportunita’ a Malta, il Distretto ha detto che i contatti con Sr Techins, questo il nome dell’ azienda maltese, “sono andati a buon fine, tant’ e’ che l’ azienda ha dimostrato l’ interesse a sottoporre a colloquio 20 lavoratori di Tecnomessapia per verificarne le competenze professionali e valutare il reciproco interesse ad un possibile impiego presso le strutture di Malta”.

I colloqui selettivi sono stati programmati in questa settimana. Dicendosi contrario a questa mobilita’ , Tamburrano della Fim Cisl sostiene che “il nostro territorio, che da sempre e’ stato riconosciuto come area di eccellenza nel settore aeronautico, viene oramai da tempo trascurato dalle grandi committenti e, soprattutto, da Leonardo che con una politica poco lungimirante non solo ha danneggiato tutto l’ indotto locale, ma ha trasformato la ex Agusta Westland, oggi Leonardo Divisione Elicotteri, in uno stabilimento di serie B spostando la produzione dell’ AW109, AW139 e AW169 in Polonia.

La cosa che fa piu’ rabbia pero’ – evidenzia la Fim Cisl – e’ che tanti giovani di questo territorio sono costretti ad emigrare in Polonia per colmare il gap di competenze polacco”. Per la Fim Cisl, “il sindacato, la Regione Puglia, il Distretto aerospaziale e anche Confindustria hanno il compito di ricostruire un quadro complessivo del settore aeronautico sul territorio disegnando un percorso per il futuro, perche’ nel Sud non basta piu’ tutelare i soli lavoratori, ma bisogna tutelare gli stabilimenti che spesso hanno il corpo sul nostro territorio e la mente in altri lidi e che, come ultimi fatti di cronaca dimostrano, sono i primi ad essere sacrificati nelle crisi o nelle ristrutturazioni”. La societa’ maltese Sr Techins ha preso contatti anche con la task force occupazione della Regione Puglia per avviare queste selezioni. Inoltre, La societa’ , stando al Distretto, “ha dichiarato la disponibilita’ , nel caso di interesse dei lavoratori pugliesi, a organizzare ulteriori colloqui per offrire un’ opportunita’ , nella reciproca convenienza, ai 70 tecnici della ex Tecnomessapia sottoposti a procedura di licenziamento collettivo per mancanza di commesse alla fine di luglio 2018 e ancora senza lavoro”. Sr Techins ha tra i suoi clienti anche l’ americana Boeing, che si serve dello stabilimento di Leonardo di Grottaglie (Taranto) per costruire due sezioni della fusoliera in fibra di carbonio del 787, e alla quale offre revisione e manutenzione. (AGI)Ta1 060913 FEB 19 NNNN Pagina 1 di 7 Mostrati 1 – 35 di 233 Totale delle notizie: 240

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*