La borsa di Umbria Journal Tv del 3 gennaio 2017

L'euro chiude in deciso calo a 1,0387 dollari e 122,55 yen

 
Chiama o scrivi in redazione


Wall street chiude in positivo con il Dow Jones che sale dello 0,60 a 19.881,76 punti, il Nasdaq avanza dello 0,85% a 5.429,08 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso dello 0,85% a 2.257,83 punti. Piazza Affari rallenta sul finale di seduta e l’indice Ftse Mib chiude piatto a +0,04% a 19.573 punti. Ancora una chiusura record per Londra, dove l’indice Ftse 100 avanza dello 0,49% a 7.177,89 punti dopo aver toccato un massimo storico intraday di 7.205,45 punti grazie agli acquisti sul settore bancario. Il Cac 40 di Parigi sale dello 0,35% a 4.899 punti. Francoforte fuori dal coro, paga la crescita dell’inflazione in Germania, ha ceduto lo 0,12 per cento a 11.584,24.

Seduta in rialzo per le Borse asiatiche, spinte dall’avanzata del petrolio e dai buoni dati sulla manifattura cinese. I listini archiviano cosi’ la seconda seduta dell’anno con discreti progressi: Hong Kong avanza dello 0,75%, mentre Tokyo e’ rimasta ancora chiusa. L’Australia chiude a + 1,15% pari a 5.784,60 punti, mentre l’India a +0,18% a 26.643,24 punti. L’euro chiude in deciso calo a 1,0387 dollari e 122,55 yen. La valuta Usa avanza inoltre a 117,98 yen dopo aver toccato un massimo di seduta di 118,61 yen,

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*