Inceneritore Terni, bagarre in aula e presidente Porzi sospende seduta per qualche minuto

I consiglieri del Movimento 5 Stelle hanno protestato, impedendo il prosieguo dei lavori dell’Aula

 
Chiama o scrivi in redazione


Inceneritore Terni, bagarre in aula e presidente Porzi sospende seduta per qualche minuto PERUGIA – Seduta infuocata quella di questa mattina a Palazzo Cesaroni a Perugia, L’Assemblea legislativa dell’Umbria, che doveva discutere del piano sociale, è stata interrotta a forza da Andrea Liberati e da Maria Grazia Carbonari, del Movimento 5 Stelle. I due portavoce penta stellati hanno presentato una mozione urgente sul tema degli inceneritori a Terni. L’Ufficio di Presidenza ha deciso di rinviare l’atto alla prossima seduta dell’Assemblea legislativa. L’atto, denominato “Ternibiomassa e Acea, la Giunta si esprima contro gli inceneritori. Grave condizione generale della Conca ternana. A questo punto Liberati non ci ha visto più e si è scagliato contro l’Ufficio di presidenza, seguito a ruota da Maria Grazia Carbonari. Liberati, nel presentare la richiesta di trattazione, ha rilevato come sia “grave che nel giro di un mese si decida sui due impianti del Ternano, incidendo sulla sorte di una comunità per i prossimi 30-40 anni di Terni. “Mi chiedo – ha detto – se questa Regione voglia dire una parola o assecondare gli interessi di pochissimi. Dopo la decisione dell’Ufficio di presidenza di non accettare la trattazione della mozione urgente, i consiglieri del Movimento 5 Stelle hanno protestato, impedendo il prosieguo dei lavori dell’Aula. Per questo la presidente Porzi ha temporaneamente sospeso la seduta per cinque minuti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*