Idee, progetti e comunicazione, la chiusura dell’anno all’ITTS Volta

Idee, progetti e comunicazione, la chiusura dell’anno all’ITTS Volta

“Con queste attività vogliamo dire che tutti gli studenti sono in grado di progettare, raccontare ed esprimere se stessi”. Nelle parole della dirigente scolastica dell’Istituto tecnico tecnologico statale ‘Alessandro Volta’ di Perugia Fabiana Cruciani è racchiuso il senso degli eventi che hanno concluso l’anno scolastico e di cui gli studenti sono stati protagonisti attraverso idee, progettualità e capacità di comunicare.

Due grandi momenti: uno ‘Volta in progress’, all’hotel Quattro torri, con una mostra dei lavori realizzati nell’ambito dei diversi indirizzi di studio della scuola e lo spettacolo ‘Volta in progress, quadri scenici di un anno scolastico insieme’ che ha raccontato alcuni episodi significativi dell’anno attraverso la musica del duo Musica Muta e degli studenti e i video, montati e curati dalla dirigente scolastica Cruciani.

L’altro, l’evento finale del progetto TED -Ed Club, ‘About being human’, al Centro d’arte Fuseum: il format ha ospitato dieci talk in cui altrettanti studenti-speaker (Federico Castellini, Giada Ricci, Matteo Serafino, Alessandro Perrotta, Monia Buchicchi, Michelangelo Moretti, Virgina Corazzi, Chiara Bellini, Costanza Giommoni, Sorelia Sprincean) hanno raccontato a proprio modo la complessità della vita, spaziando dall’introspezione psicologica alle implicazioni pratiche del progresso tecnologico.

Due occasioni, dunque, per permettere ai ragazzi di intrecciare la propria personalità alle competenze e conoscenze acquisite durante il percorso di studi.

“Gli studenti – ha proseguito la dirigente Cruciani – insieme hanno raccontano un pezzo di storia, cosa significa essere in progress, in continuo movimento e trasformazione. È un momento in cui il Volta si racconta attraverso i propri prodotti e l’originalità di alcune proposte che sono venute fuori nel corso dell’anno con un occhio puntato all’inclusione. Il Volta cerca di dare opportunità concrete a tutti gli studenti, ci piace dire che è una scuola per tutti e per ciascuno.

Attraverso una didattica personalizzata, ogni giorno facciamo in modo che gli studenti possano sperimentare se stessi. Attraverso Ted Ed, inoltre, abbiamo deciso di sperimentare nuove forme di fare scuola, per dare agli studenti l’opportunità di parlare e raccontarsi, attraverso linguaggi specifici della comunicazione. Il Ted vuole essere un modo per far sì che le competenze comunicative degli studenti siano vere e autentiche”. “Le ultime tecnologie – ha commentato Antonio Cesare Malarco, docente di elettronica ed elettrotecnica Itts Volta –, sono presenti all’interno di tutti i nostri indirizzi, informatica, elettronica, meccanica, meccatronica, i ragazzi ci lavorano, sviluppano le proprie idee e si rafforzano con l’esperienza in azienda e quando rientrano a scuola tornano con proposte sviluppate sul campo. L’elaborazione continua a scuola e ogni anno incrementano il sapere e le competenze ad ampio spettro degli studenti”.

“Gli indirizzi del nostro istituto – ha aggiunto Stefano Nardi, professore coordinatore delle attività di Pcto – non sono a compartimenti stagni, i saperi vengono diffusi, comunicati e soprattutto lavorano in sinergia tra loro. Serate come queste servono per la ‘puntata zero’ dello scambio di saperi che i ragazzi ritroveranno nel mondo del lavoro. È una soddisfazione vedere collaborare gli studenti in questi stand per attività in cui c’è bisogno di mettere insieme più competenze in modo da creare sinergia e ottenere risultati positivi. Risultati che arrivano grazie alla collaborazione con il mondo del lavoro, alla freschezza dei ragazzi e alle loro continue proposte, noi non facciamo che accompagnarli in questo percorso”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*