I giornali nazionali e umbri, nella rassegna stampa del 7 novembre 2019


I giornali nazionali e umbri, nella rassegna stampa del 7 novembre 2019




Massoneria:Gran Loggia Alam, Una notte per l’ Europa a Matera Il 9 novembre evento per sensibilizzare sull’ importanza dell’ Ue

La Gran Loggia degli A.L.A.M attraverso la partecipazione – con un proprio evento – alle iniziative di Matera 2019, vuole riaffermare con forza il ruolo culturale della massoneria e costruire le basi per una sempre più consolidata presenza istituzionale in contesti internazionali. L’ evento Una notte per l’ Europa, il 9 novembre a Matera “vuole essere un’ occasione per sensibilizzare l’ opinione pubblica sull’ importanza dell’ istituzione europea, aprendo un dibattito pubblico sul contributo che la società civile può dare per riaffermare i valori fondanti della libertà, con particolare riguardo alla libertà di coscienza, e dell’ uguaglianza.

Per questo abbiamo scelto Matera, simbolo di una comunità che rinasce grazie all’ Europa e ai valori della cultura”, afferma il Gran Maestro Antonio Binni. Ad arricchire il dibattito, nella notte che la Gran Loggia d’ Italia vuole dedicare all’ Europa, una lectio magistralis dello storico Paolo Mieli e un talk con il giornalista e spin-doctor Claudio Velardi, Salvatore Adduce Presidente della Fondazione Matera Basilicata 2019 e il Gran Maestro Aggiunto Vicario Luciano Romoli. A conclusione della serata l’ intervento del Gran Maestro della Gran Loggia d’ Italia degli A.L.A.M. Antonio Binni. /Agenzia nazionale di Stampa associata


La Lega vuole tre assessori. La situazione diventa complicata

La Lega vuole tre assessori. La situazione diventa complicata nella scelta degli assessori della giunta Tesei. Se il carocico ne vuole tre, Forza Italia non cede e Fratelli d’Italia rischia qualcosa.

Luca Coletto del Veneto dovrebbe essere assere l’assessore esterno alla Sanità. L’avvocato ternano Daniele Carissimi ha ottime chance per la delega all’ambiente.

Potrebbe entrare anche Enrico Melasecche, il primo dei non eletti della Lega con 3.570 preferenze. Melasecche è attuale assessore nella giunta di Leonardo Latini nel comune a Terni. La sua uscita obbligherebbe il sindaco della Lega a fare i  conti con la maggioranza.

Paola Agabiti può contare su un rapporto di forte stima con Donatella Tesei. Poi c’è Michele Fioroni, spinto da Fratelli d’Italia. Ha seguito tutta la campagna elettorale della Tesei e ha fatto la sua parte. Però al primo posto nel partito della meloni c’è Marco Squarta che dovrebbe stare alla presidenza del consiglio. La presenza di Michele potrebbe crea qualche difficoltà alla cugina Paola Fioroni il suo ingresso in giunta può essere una “soluzione” per la Tesei, ma non c’è certezza.

Forza Italia vorrebbe due persone a Palazzo: una in giunta e una in consiglio. Chi? Roberto Morroni vicepresidente del consiglio e Laura Pernazza assessore. Ma due persone a quanto pare sono troppe.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
20 − 7 =