I bambini amici dei Monumenti, video ArtbonusPerugia, il Morlacchi

 
Chiama o scrivi in redazione



I bambini amici dei Monumenti, video ArtbonusPerugia, il Morlacchi


Si è svolto questa mattina alla Sala Sant’Anna l’incontro per illustrare la conclusione del progetto “Monumentalmente: un monumento per amico” incontra ArtbonusPerugia alla presenza dell’Assessore alla Cultura Leonardo Varasano, dello Staff di ArtbonusPerugia composto dalla Dirigente del Comune Avv. Luciana Cristallini, dalla funzionaria della Comunicazione, Dott.ssa Simona Cortona, insieme alla Vice Preside del Comprensivo Perugia 5, Monia Fabi, delle maestre Sonia Funari e Giuditta Pulcinella, dagli alunni delle classi 4 e 5 dell’ICP5 e del Tenente Colonnello Guido Barbieri Comandante dei Carabinieri per la tutela dei beni culturali dell’Umbria.

Il progetto condiviso nato dalla collaborazione delle classi 4 e 5 dell’Istituto Comprensivo Perugia 5 con l’Ufficio di Comunicazione del Comune di Perugia,  che si occupa fin dal 2015 del progetto Art Bonus, nasce dall’interesse comune e dalla voglia di promuovere la conoscenza del  patrimonio storico, artistico e culturale di Perugia.

Da un lato la scuola, le maestre Sonia Funari e Giuditta Pulcinella

Da un lato la scuola, le maestre Sonia Funari e Giuditta Pulcinella, che hanno  cercato di reinterpretare, trarre spunti e motivazioni per la formazione e il potenziamento di una forte giovane identità collettiva, invitando gli alunni  ad “adottare” un monumento ed istituire, con lo stesso, un atteggiamento di “confidenza” e di “amicizia”.

Dall’altro il Comune di Perugia e lo staff del progetto Artbunsperugia  coadiuvato dai volontari del Servizio Civile Nazionale, Sofia Menchicchi e Dario Florenza, che ha voluto presentare agli alunni la città di Perugia non solo come un agglomerato urbano dove vive una popolazione in continua trasformazione, un luogo di crescita e amplificatore di valori necessari a tutelare il passato – come è scritto nella Costituzione –  e  a costruire un nuovo futuro.

Progetto condiviso con la scuola

Il progetto condiviso con la scuola ha preso il via l’11 ottobre e si è articolato in 10 giornate impegnando circa 30 alunni  delle classi 4 e 5 dell’Istituto Comprensivo Perugia 5 con laboratori in classe, visite guidate ai monumenti inseriti dentro il progetto Artbonus, con la realizzazione di un questionario somministrato alle famiglie sul monumento dell’acquedotto medievale e uno studio sulla storia della Fonte dei Tintori con relativo QRCODE  collegato da un blog da posizionare vicino al monumento ancora in fase di restauro grazie alla donazione dell’azienda Saci di Perugia.

Prima degli interventi istituzionali, gli alunni hanno illustrato il progetto, le emozioni sentite nel conoscere un monumento da vicino, la sua storia e i lavori che sono stati fatti dal Comune di Perugia per recuperare splendidi monumenti.

Elevare il patrimonio cognitivo

“Investire  in cultura e arte significa elevare il patrimonio cognitivo di una società – ha dichiarato la responsabile della Comunicazione, Dott.ssa Simona Cortona – trovare un terreno maggiormente fertile alle futura creazione di valori strettamente legati al territorio con il quale ci si identifica. Artobunsperugia è tutto questo, è prendersi cura della propria città, è capacità di leggere le tracce del passato, conservarle e incrementare una consapevolezza dell’appartenenza ad un luogo, la nostra città e la città che sarà domani per i nostri figli.”

Un plauso è pervenuto dalla Vice Preside, Monia Fabi,  alle maestre, ai bambini ma soprattutto alle famiglie che hanno condiviso questo percorso formativo differente dal solito con la scuola cosi come dal Tenente Colonnello Guido Barbieri, Comandante dei Carabinieri per la tutela dei beni culturali dell’Umbria, che ha ricordato l’importanza di essere sentinelle attive per la tutela del nostro patrimonio culturale.

In conclusione l’Assessore alla Cultura, Leonardo Varasano, ha ricordato “che  lo strumento  fiscale dell’Artbonus nato nel 2014 ha permesso di raccogliere 1 milione e 700 mila euro e restituire bellezza ai nostri monumenti. Noi abbiamo dei  monumenti da tutelare – ha aggiunto – noi abbiamo una responsabilità che è quella di permettere a tutti i cittadini, ai turisti, a voi, cittadini di domani, di poterli vivere e apprezzare in tutta la loro bellezza.

Oggi voi alunni avete raggiunto tre importanti  obiettivi: una maggiore conoscenza della nostra città, l’avete vissuta e imparata a conoscerla, vi siete presi cura e valorizzato la città con una responsabilità condivisa, avete ricevuto un Grifetto, simbolo di appartenenza ad una comunità che ha radici profondissime”.

Gli alunni della 4 e 5 dell’ICPerugia 5: Nicolò, Matilde, Lorenzo, Maria, Asia Sofia, Alessandro, Amir, Elisabetta, Gioia, Giovanni, Caterina, Federico, Roberto, Matteo, Eleonora, Federico, Ludovica, Maria, Carmen, Margherita, Sara, Francesco, Caterina.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*