I 104 membri dell’assemblea del PD, nessuna volontà di rivalsa



I 104 membri dell’assemblea del PD, nessuna volontà di rivalsa

Inadeguata, dannosa e inconcludente. I 104 membri dell’assemblea del Partito Democratico dell’Umbria criticano la gestione commissariale e chiedono un confronto e la partecipazione di tutti. Dopo le più recenti e negative elezioni amministrative – dicono – siamo costretti a constatare che nulla è cambiato mentre si riducono i tempi per mettere il Pd umbro nelle condizioni di far fronte nel modo più adeguato possibile alle imminenti sfide politiche ed elettorali che lo attendono. Prima che sia troppo tardi.

Dicono “no” alle nomine e “sì” invece alla legittimità dell’assemblea regionale “ancora nel pieno delle sue funzioni”, ribadendo anche l’autonomia dell’Umbria.

I rappresentanti del documento dei 104 membri dell’assemblea del Partito Democratico dell’Umbria questa mattina a Perugia hanno indetto una conferenza stampa per spiegare la loro posizione in merito al percorso intrapreso dal Pd umbro. Erano presenti Sauro Cristofani, Gianfranco Chiacchieroni e Franco Ciliberti.

“Riteniamo – hanno spiegato in conferenza – di dover dissociare le nostre responsabilità di dirigenti del Pd dell’Umbria da coloro che, pur avendo la possibilità di attivare le procedure per ripristinare la piena vita democratica del partito”.

C’è solo preoccupazione e nessuna volontà di rivalsa. “Proviamo a tendere anche pubblicamente la mano al commissario Walter Verini -hanno concluso – in questa fase importante del partito”.

Vincenzo Bianconi

Valerio Mancini

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
16 ⁄ 8 =