Contro gli inceneritori in migliaia a Terni, lungo corteo di persone arrabbiate

Nessuna bandiera di partito, ma solo tanti colori per ribadire la richiesta di cambio di marcia per battere l’inquinamento

 
Chiama o scrivi in redazione


Contro gli inceneritori in migliaia a Terni, lungo corteo di persone arrabbiate TERNI – L’immagine parla da sola. E’ la reazione dei cittadini e di tutto quello che stanno subendo. Quasi settemila persone hanno risposto all’appello de comitato “No-Inc”invandendo oggi pomeriggio le strade della città. Sotto accusa la  decisione di riaccendere l’ inceneritore Terni Biomassa,  ma anche la mancanza di politiche ambientali incisive da parte dell’amministrazione comunale.

In prima fila il gruppo di ‘No Inceneritori di Terni’ con il proprio striscione, accanto una donna con un cartello dove è scritto: “Per combattere il mal governo regionale contro Terni, bisogna che si siano più ternani”. Ma non finisce qui: “Noi abbiamo il diritto di decidere, no al secondo inceneritore”. Tanti hanno partecipato, centinaia di famiglie ma anche tantissimi giovani. Nessuna bandiera di partito, ma solo tanti colori per ribadire la richiesta di cambio di marcia per battere l’inquinamento. Il corteo si è chiuso a piazza piazza Europa sotto palazzo Spada.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*