Draghi fa infuriare Trump: “Bce pronta a nuovi stimoli per l’economia europea”


Draghi fa infuriare Trump: “Bce pronta a nuovi stimoli per l’economia europea”

Botta e risposta a distanza tra Mario Draghi e Donald Trump. Nel corso del forum delle banche centrali a Sintra, in Portogallo, il presidente della Bce ha annunciato di essere pronto a intervenire con tutti gli strumenti a sua disposizione per stimolare l’economia europea se ce ne fosse bisogno.

Strumenti che includono nuovi acquisti di titoli di Statofinanziamenti a basso costo alle banche e un possibile taglio dei tassi di interesse.

Donald J. Trump

@realDonaldTrump

Mario Draghi just announced more stimulus could come, which immediately dropped the Euro against the Dollar, making it unfairly easier for them to compete against the USA. They have been getting away with this for years, along with China and others.

17.7K people are talking about this

Una bordata, quella di Trump, indirizzata a Draghi ma anche alla Federal Reserve guidata da Jerome Powell, più volte criticata del presidente per il suo rifiuto di tagliare i tassi di interesse.

L’annuncio di Draghi ha avuto effetti positivi anche in Italia. Lo spread tra Btp e Bund ha chiuso in calo a 243 punti base dai 254 della chiusura di ieri, con il rendimento del titolo a 10 anni italiano al 2,11%.

Il differenziale è sceso fin sotto i 240 punti base per la prima volta da metà marzo (minimo di giornata a 236,8 e tasso al 2,05%), mentre la Borsa di Milano è stata tra le migliori in Europa: il Ftse Mib ha chiuso in rialzo dello 2,46%.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*