Danno indiretto da terremoto, accolte richieste Confcommercio

Soddisfatta Confcommercio Umbria, il cui presidente Giorgio Mencaroni ha presentato ieri le stesse richieste anche all’ottava Commissione della Camera dei Deputati

 
Chiama o scrivi in redazione


Danno indiretto da terremoto, accolte richieste Confcommercio PERUGIA – Danno indiretto, zona franca, defiscalizzazione, ammortizzatori sociali in deroga, agevolazioni per accesso al credito: la Commissione Industria del Senato ha approvato una risoluzione che recepisce le principali richieste presentate in audizione lo scorso 15 febbraio da Confcommercio e Rete Imprese Italia.

© Protetto da Copyright DMCA

Soddisfatta Confcommercio Umbria, il cui presidente Giorgio Mencaroni ha presentato ieri le stesse richieste anche all’ottava Commissione della Camera dei Deputati, nella convinzione che occorra fare tutto il possibile per ottenere misure finalizzate a mantenere vivo il tessuto imprenditoriale umbro, nella difficilissima fase del dopo terremoto.

La risoluzione approvata dalla Commissione Industria del Senato, nell’indirizzare gli impegni del Governo, prevede:

– indennizzo anche del danno indiretto, e anche per le aree fuori cratere, attraverso misure selettive di sostegno delle imprese del settore turistico avendo riguardo non solo a quelle ricettive ma anche di ristorazione, pubblici esercizi e servizi connessi al turismo, nonché commercio al dettaglio;

– misure di defiscalizzazione;

– estensione criteri concessione ammortizzatori sociali in deroga;

– istituzione di zone franche, basate su meccanismi di riduzione della fiscalità statale e locale;

– agevolazione accesso al credito e differimento o sospensione su rate mutui o finanziamenti.

Lunedì prossimo, 27 febbraio, Confcommercio e le altre organizzazioni di Rete Imprese Italia saranno auditi in Commissione Ambiente Camera dei Deputati nell’ambito dell’esame del decreto legge sul terremoto 8/2017.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*