Costanza Laliscia e Sacha El Kandhaar campioni d’Europa Endurance VIDEO

Costanza Laliscia e Sacha El Kandhaar campioni d’Europa Endurance

E’ impossibile descrivere la gioia che sto provando – ha commentato Costanza – perché è una gioia immensa conquistare una vittoria del genere confrontandosi con i binomi più forti ed esperti d’Europa. Nulla sarebbe stato possibile, però, senza un cavallo straordinario come Sacha El Kandhaar che dal primo all’ultimo chilometro ha dimostrato di volere questa medaglia d’oro quanto me. Il mio grazie va quindi a F3 Stables, al Fuxiateam e alla Nazionale italiana per il supporto che ci hanno dato”.

C’è un’altra data da scrivere a lettere d’oro nel calendario di Italia Endurance Stables & Academy e del Fuxiateam. E’ il 17 agosto 2019, un giorno indimenticabile grazie all’impresa di Costanza Laliscia che in sella a Sacha El Kandhaar – castrone grigio di 13 anni delle F3 Stables – ha vinto a Euston Park il Meydan FEI Meydan European Endurance Championship.

L’ennesima conferma delle grandi doti di Costanza è arrivata al termine di una gara molto difficile, gestita con grandissima concentrazione dallo staff del Fuxiateam, per l’occasione schierato con i colori della Nazionale italiana. Quello andato in scena nella contea del Suffolk, in una delle capitali mondiali dell’endurance, è stato un capolavoro tecnico e tattico: tecnico grazie alla capacità di Costanza di interpretare Sacha El Kandhaar, gestendone al meglio le grandi risorse; tattico in virtù delle scelte in gara, in modo particolare nell’ultimo giro quando la 19enne amazzone perugina e il castrone delle F3 Stables si sono prodotti nell’allungo decisivo che ha impedito alla spagnola Paula Muntala Sanchez, in sella a T’Aime de Coeur, di rientrare per giocarsi il primo posto. Medaglia d’oro che è andata invece a Costanza, che riporta in Italia il titolo europeo dopo 18 anni e nobilita nel modo migliore il testimone passatole da papà Gianluca, campione mondiale a squadre a Dubai nel 2005.

Sul traguardo di Euston Park, da dove avevano preso il via 63 binomi in rappresentanza di 20 nazioni, Costanza e Sacha El Kandhaar hanno chiuso in solitario, con 45″ di margine sulla Muntala Sanchez e 28”32″ sul connazionale Jaume Punti Dachs, campione mondiale 2016, in gara con Echo Falls. La prova a squadre è stata vinta dalla Spagna, che ha preceduto Francia e Germania.

Orgoglio e soddisfazione massimi anche da parte del presidente della Fise, Marco Di Paola, che si è complimentato personalmente con Costanza, protagonista di una vittoria destinata a restare negli annali della Federazione Italiana Sport Equestri.

L’euforia per la vittoria ha dovuto purtroppo convivere con l’amaro in bocca lasciato dalla clamorosa eliminazione finale di Carolina Tavassoli Asli, che in sella a Sequinte (F3 Stables) aveva centrato un altrettanto esaltante terzo posto al termine di una gara di grande carattere condotta sempre in testa: dopo essere stata pesata già cinque volte, l’amazzone del Fuxiateam è stata convocata dai giudici per il sesto controllo, secondo il quale al peso regolamentare di 75 chili mancavano poco più di 300 grammi. Un’autentica beffa, che ha privato Carolina di una più che meritata medaglia di bronzo e la Nazionale italiana del bronzo a squadre. Il ricorso presentato dalla Fise non è stato accettato giuria d’appello.

Home

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
2 + 4 =