Coronavirus, chiusi parchi pubblici a Bastia Umbra e Perugia

 
Chiama o scrivi in redazione




Coronavirus, chiusi parchi pubblici a Bastia Umbra e Perugia

L’interdizione al pubblico di tutti i giardini pubblici, delle aree verdi, del percorso verde e la chiusura delle aree sgambatura. La chiusura al pubblico di tutti i cimiteri comunali; i cimiteri sono aperti solo per il ricevimento delle salme e lo svolgimento delle operazioni di sepoltura. Segnalazioni di assembramenti, di partite di calcio e di immotivata presenza di tante persone per strada, con bambini, da soli, in bicicletta, con il vestiario da jogging tutti a trasgredire le disposizioni anti contagio Coronavirus stabilite dal Presidente del Consiglio. E così il sindaco di Bastia Umbra ha emanato due ordinanze.
“Monitorato questo pomeriggio che niente è cambiato rispetto a ieri – ha detto il sindaco -, accertata da parte della Polizia la presenza di un numero elevato di persone, di ragazzi e ragazze che fruiscono delle aree verdi, dei giardini e del percorso verde, non mi resta che interdirne l’accesso. Ora tutto è chiuso, ora tutto è interdetto. Chiunque trasgredisse tale misura è punibile con sanzione penale ai sensi dell’art. 650 del Codice Penale. Ricordo l’uscita da casa è consentita per esigenze lavorative, per emergenze e motivi di salute, acquisto di beni di prima necessità”. Stessa cosa è stata fatta a Perugia dal sindaco Andrea Romizi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*