Cannabis terapeutica, in Umbria è stata somministrata a 37 pazienti

Emerge da dati terza commissione, difficoltà per importazione

 
Chiama o scrivi in redazione


Cannabis terapeutica, in Umbria è stata somministrata a 37 pazienti

PERUGIA – La Terza commissione consiliare, presieduta da Attilio Solinas, ha preso atto delle risultanze della clausola valutativa sulla legge “7/2014”, che ha introdotto nel Servizio sanitario regionale la possibilità di curarsi attraverso la somministrazione a scopo terapeutico di medicinali derivati dalla cannabis. Soltanto dall’anno scorso, in applicazione del decreto ministeriale di fine 2015, la cannabis ha iniziato ad essere prodotta dallo Stato italiano, nell’Istituto chimico farmaceutico militare di Firenze. La relazione esaminata dai commissari (Solinas, Casciari, Rometti, Guasticchi, De Vincenzi, Squarta e Carbonari) contiene i dati dal 2016 ad oggi.

Sono state allestite preparazioni a base di cannabis per 37 pazienti, di cui: 27 per terapia del dolore, 5 per sindrome spastico-distonica, 3 per cure palliative, 1 per epilessia farmaco resistente e 1 per emesi da chemioterapia.

Di questi pazienti, 3 sono deceduti, 9 non sono più in trattamento. In totale, da quando la legge regionale è stata approvata, sono stati acquistati dalle Asl umbre 1480 grammi di Bedrocan e 100 grammi di Bedrolite, entrambi derivati dalla cannabis olandese. La spesa complessiva è stata di 15mila 642 euro, che incide in modo definito “trascurabile” sull’ammontare complessivo della spesa farmaceutica regionale.

La principale criticità riguarda la complessità delle procedure autorizzative per l’importazione del prodotto, mediamente ci vogliono 40 giorni. Inoltre, a causa del crescente numero di richieste, si sono verificate indisponibilità di materia prima che, in alcuni casi, hanno causato ritardi nella continuità terapeutica dei pazienti. La Giunta regionale presume che tali criticità si risolvano con la disponibilità dei prodotti nazionali, ovvero la cannabis prodotta dall’Istituto chimico farmaceutico militare di Firenze.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*