Meteo 3 novembre 2017, nubi in transito sull’Italia e deboli piogge 

Campo di alta pressione ancora presente sulla nostra Penisola

Meteo 3 Novembre 2017, nubi in transito sull’Italia e deboli piogge

Campo di alta pressione ancora presente sulla nostra Penisola con valori pressori medi nell’ordine dei 1020 hPa, tenderà nelle prossime ore a indebolirsi gradualmente lasciando spazio a correnti più umide e instabili. Un profondo vortice depressionario agisce nel nord della Scandinavia con valori pressori minimi inferiori ai 970 hPa. Un altro campo di bassa pressione staziona a largo di Spagna e Portogallo con valori pressori medi intorno ai 1005 hPa.

Al Nord: Al mattino nuvolosità diffusa su tutte le regioni ma con tempo asciutto, schiarite più ampie sui rilievi. Al pomeriggio locali piogge sulla Liguria orientale, variabilità asciutta altrove. In serata si rinnovano condizioni di tempo asciutto ovunque ma con cieli irregolarmente nuvolosi, locali piogge solo sulla Liguria. Temperature minime e massime stabili o in aumento. Venti deboli di direzione variabile. Mari generalmente poco mossi.

Al Centro: Al mattino nuvolosità irregolare su tutte le regioni con locali piogge su Toscana e settori appenninici, più asciutto altrove. Al pomeriggio deboli piogge sparse possibili su Toscana, Umbria e Lazio, nuvolosità irregolare altrove ma con tempo asciutto. In serata residue piogge tra Toscana e Umbria, variabilità asciutta altrove. Temperature minime e massime stabili o in aumento. Venti deboli dai quadranti meridionali. Mari generalmente poco mossi o quasi calmi.

Al Sud e sulle Isole: Al mattino tempo stabile su tutte le regioni ma con nubi sparse alternate a schiarite. Al pomeriggio locali addensamenti su Molise, Calabria e Sicilia ma con tempo asciutto, schiarite più ampie altrove. In serata si rinnovano condizioni di tempo stabile ovunque con cieli poco o irregolarmente nuvolosi. Temperature minime e massime stazionarie o in aumento. Venti deboli di direzione variabile. Mari poco mossi o localmente mossi.

a cura di Roberto Schiaroli.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*